Washington esce dall'Accordo di Parigi sul clima - Planet

Clima: Trump

Clima, Trump annuncia il ritiro degli USA dagli Accordi di Parigi

Tuttavia, in base ai termini di preavviso dell'accordo parigino, l'uscita americana potrà avvenire non prima del 4 novembre 2020 cioè il giorno successivo alle prossime elezioni presidenziali Usa. Lo ha annunciato il segretario di Stato americano, Mike Pompeo.

Il presidente Donald Trump ha criticato l'Accordo di Parigi sin dalla campagna elettorale del 2016 e dopo l'insediamento alla Casa Bianca ha cancellato molte delle norme di carattere ambientalista promosse dall'Amministrazione Obama, sostenendo che erano penalizzanti per le aziende Usa.

Dopo l'annuncio, arrivato già nel 2017, da parte di Donald Trump, gli Stati Uniti d'America hanno ieri ufficialmente notificato alle Nazioni Unite la propria uscita dagli accordi sul clima di Parigi entro il 4 novembre 2020.

Milan, Castillejo salta la Juventus: a rischio anche col Napoli
Buone notizie in casa Milan: Jesus Suso, infatti, è regolarmente in gruppo . La scelta sembra obbligata: il tecnico dovrebbe dare spazio a Rebic .


Del resto Donald Trump non ha mai nascosto che per lui la questione del climate change è una "bufala". Per ribadire questo proposito, Pompeo cita alcuni dati: le emissioni di inquinanti atmosferici dannosi sono diminuite del 74% tra il 1970 e il 2018. "Le emissioni di gas serra sono calate del 13% dal 2015 e il 2017, anche se l'economia è cresciuta del 19%".

Parlando alla stampa al seguito di Macron in visita di Stato in Cina, un funzionario dell'Eliseo ha espresso il "rammarico" della Presidenza francese per la mossa americana e la necessità, a questo punto, della partnership sino-francese sul clima e la biodiversità. Al centro della sua missione non c'è solo la definizione di accordi commerciali con Pechino, ma è prevista anche la firma di un'intesa con il presidente Xi Jinping che dovrebbe sancire "l'irreversibilità" dell'accordo di Parigi.

La nota poi precisa che gli Stati Uniti continueranno a collaborare con i loro partner globali per migliorare la capacità di affrontare gli impatti dei cambiamenti climatici e rispondere agli effetti dei disastri naturali. "Le sue porte rimarranno aperte e speriamo che un giorno gli Stati Uniti le varchino di nuovo", ha aggiunto. Poco tempo fa gli esperti dell'Onu avevano ammonito che resta poco tempo per invertire la rotta: 12 anni.

Latest News