Cesare Cremonini: un suo singolo scelto per le luminarie natalizie di Bologna

Cesare Cremonini a Vanity Fair parla del padre scomparso e della nuova fidanzata

A Bologna tornano le luminarie 'musicali': quest'anno saranno dedicate a Cesare Cremonini

"Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po'" cantava Lucio Dalla.

Dopo la notizia, non è tardato il commento emozionato di Cesare Cremonini, affidato ai suoi profili social: "Via D'Azeglio è la Bologna che amo - scrive l'artista nel post - Ora che si potranno leggere le rime di una mia canzone tra le luminarie della città dei poeti e dei cantanti, il cuore mi sobbalza di gioia e provo un senso di gratitudine ancora più forte verso la mia amata città".

È il modo in cui la città ha deciso di festeggiare i 20 anni di attività di Cremonini, che equivalgono a 20 anni di canzoni dove Bologna viene spesso tirata in ballo.

L'artista tornerà poi il 29 novembre in tutti i negozi di dischi con Cremonini 2C2C - The Best Of, un cofanetto da collezione contenente 32 singoli di successo, 6 brani inediti, 16 interpretazioni in versione pianoforte e voce, 15 brani strumentali e 18 rarità (tracce demo originali, alternative takes mai pubblicate e molto altro). E per quanto riguarda il tour, invece, sarà un'estate intensa e in musica per il cantautore, che si esibirà (nell'ordine) a: Lignano, Milano, Padova, Torino, Firenze, Roma, Bari e Imola.

Antonella Elia e Pietro Delle Piane sulla via dell’altare
Pietro è nato a Cosenza il 21 maggio 1974 , è un attore e doppiatore italiano e da quando era ragazzo ha mosso i passi nella recitazione.


Nel 2017 era uscito l'album Possibili scenari di cui faceva parte la poetica Nessuno vuole essere Robin. E le luminarie per le festività natalizie 2019 di Bologna reciteranno proprio il testo di questo brano.

Le trenta luminarie che coloreranno il tratto pedonale da Piazza Maggiore all'incrocio con le vie Farini e de' Carbonesi avranno uno scopo benefico a favore della Fondazione Sant'Orsola, che opera a sostegno della ricerca e delle terapie rivolte ai pazienti oncologici e per portare i defibrillatori in tutte le scuole superiori di Bologna e provincia. Certamente anche l'omaggio a Cremonini riscuoterà molto successo.

Il Consorzio dei commercianti di Via d'Azeglio, in accordo con il Comune di Bologna e con la Fondazione Sant'Orsola e con il supporto di Live Nation ha chiesto a Cesare Cremonini la possibilità di utilizzare il testo di una sua canzone per le luminarie di Natale. E la scelta è caduta su Nessuno vuole essere Robin. "In un mondo in cui molti si travestono da supereroi, Bologna resta orgogliosamente una città a misura di Robin, un approdo sicuro per tutti gli essere umani". "Perché Bologna è una città tanto generosa quanto onesta nei giudizi, che non ti regala niente se non la rispetti", continua, prima di ringraziare tutti coloro che hanno scelto lui, tra tanti altri esponenti della città. In conclusione Cesare Cremonini ringrazia il Comune e i cittadini e soprattutto la città "Lucio Dalla diceva sempre di dargli retta, che l'impresa eccezionale è essere normale".

Latest News