Inter, Conte: "Sfogo? No, critica costruttiva. Coi dirigenti tutto ok"

Conte all'Inter

Antonio Conte che dà di matto può solo far bene all'Inter. A patto che non esageri

"Devo essere molto onesto e dire che la sconfitta a Dortmund ha cambiato le percentuali di passare, che oggi sono molto esigue, ma sappiamo anche che l'unica strada che possiamo percorrere è iniziare a vincere noi e sperare in qualche altro risultato". In più la coperta è corta, Conte non ha digerito i mancati arrivi di uno tra Llorente e Dzeko per l'attacco e Vidal per il centrocampo, sarebbero state soluzioni importantissime per far rifiatare i titolari e perchè no essere anche inseriti nell'11 base. Stanno davvero dando l'anima, facendo il massimo e secondo me ci sono ancora dei grandissimi margini di miglioramento. Abbiamo fatto oltre trenta gol, ma incassato oltre la media prevista. Sono stato chiamato qui per cambiare qualcosa, giri del motore e situazioni vissute negli ultimi 9 anni. Conte si è ancora una volta lamentato con la dirigenza per alcuni mancati interventi sul mercato, dichiarazioni che non sono andate giù alla presidenza ed ai dirigenti. Spalletti ha fatto un grandissimo lavoro, per quelle che sono le difficoltà che ho trovato qui. Fossimo arrivati con Dortmund con qualche rotazione in più magari qualche chance in più l'avremmo potuta avere ma fa parte di un percorso, possiamo accelerare tutti insieme se si ha voglia di essere uniti e andare verso l'obiettivo comune.

"Quando parlo di un discorso di strategia parlo anche di questo". Un gruppo giovane su cui si può costruire. Bisogna lavorare in questo senso, il portiere diventa fondamentale in fase di possesso, ma anche in quella difensiva. A chi dobbiamo chiedere qualcosa in più? Non possiamo accontentarci. Ho visto che qualcuno ha giocato sul mio nome, io non posso AcCONTEntarmi. Arrivo in un momento storico difficile, perchè chi è davanti è li da tanto tempo. Noi dobbiamo alzare l'asticella sotto tutti i punti di vista.

"Io sapevo cosa era successo nel secondo tempo subito dopo la partita, ma penso che nel post-partita fosse giusto parlare di altre cose".

Alessandro Graziani e tutta la verità su Serena Enardu
In futuro chissà: fino a tre mesi fa avrei escluso qualsiasi esperienza televisiva e poi ho partecipato a Temptation Island Vip . Nonostante abbiano avuto poi diversi amori, il rapporto fra Pago e Miriana si è basato sempre sul rispetto reciproco.


Visto che anche Gagliardini è infortunato, con ogni probabilità Conte si affiderà all'uruguaiano Vecino, a segno martedì contro il Borussia Dortmund. Ma l'input era continuare a fare quel che stavamo facendo nel primo tempo, aggredire alti e prenderci qualche rischio difendendo con tanti metri dietro le spalle. Poi sono contento di avere questa rosa e questi calciatori e ancora di più oggi che li ho conosciuti uno a uno, calciatori di spessore umano e calcistico su cui possiamo lavorare a livello numerico siamo stati superficiali e oggi lo dico in maniera serena la stiamo pagando.

"Vincere a Dortmund significava stare con un piede e mezzo agli ottavi e per quello che abbiamo fatto vedere lì e a Barcellona ci deve essere grande rimpianto".

Latest News