Iran. Partito l'arricchimento dell'uranio, sotto il controllo dell'Aiea

L'Iran riprende ad arricchire l'uranio

Iran, riavviato l'arricchimento dell'uranio a Fordo

Come preannunciato due giorni fa dal presidente Hassan Rohani, l'Iran ha ripreso stamane l'arricchimento dell'uranio nel suo sito di Fordo, vicino a Qom, a sud di Teheran.

"Questo mercoledì abbiamo iniziato la trasmissione del gas all'interno delle centrifughe a Fordo alla presenza degli ispettori dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica", si legge in una nota diffusa dall'agenzia di stampa iraniana ISNA.

Juve, Douglas Costa è tornato
Sei entrato, una giocata meravigliosa con Higuain e ha portato la qualificazione alla Juventus all'ultimo. Tante volte, il Lokomotiv s'è trovato con facilità nei pressi dell'area di rigore.


Nel 2015 a Vienna un sestetto di Paesi, composto da Stati Uniti, Gran Bretagna, Francia, Cina, Russia e Germania, oltre all'Iran, ha firmato un documento che che prevedeva, tra le altre clausole, il riorientamento della struttura di Fordo verso la produzione di isotopi stabili, escludendo dunque la possibilità di arricchire l'uranio in questo sito. Lo riferisce la televisione di Stato iraniana.

Donald Trump aveva messo la cassazione dell'accordo già nella sua campagna elettorale, ma voci di corridoio della Casa Bianca hanno riferito ai media statunitensi di una sorta di pentimento della scelta, in quanto l'uscita dal Jpcoa verrebbe ad essere un pantano diplomatico di difficile via d'uscita, con il rischio addirittura che si inneschi un'escalation dalle conseguenze imprevedibili.

Latest News