LETTERA L'Arcelor Mittal e l'Italsider di Saragat

Ilva i veri motivi della fuga di ArcelorMittal

Ex Ilva, Conte contro ArcelorMittal: "È un problema industriale"

A 24 ore di distanza dalla drammatica conferenza stampa con cui il governo ha fatto sapere che ArcelorMittal vuole 5 mila esuberi per tenersi l'ex Ilva, non si registrano passi avanti che lascino intravedere la possibilità di uscire dallo stallo. Finché il gruppo franco-indiano ha legato il proprio disimpegno dall'ex Ilva al venire meno dello scudo legale potevi anche dargli ragione.

Carlo Calenda, ex ministro dello sviluppo economico, in un'intervista a SkyTg24, ha detto che durante il vertice a Palazzo Chigi ArcelorMittal avrebbe chiesto la garanzia dell'immunità penale e di ridiscutere il piano industriale e: "ArcelorMittal avrebbe chiesto garanzie sullo scudo penale, atto imprescindibile, e la ridiscussione del piano industriale". Al termine dell'incontro, il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha attaccato Mittal: "bisogna minacciarli di un'azione di risarcimento che se la ricordino per tutta la vita", aggiungendo: "se la smettiamo di dire che la colpa è di caio e Sempronio ma attacchiamo frontalmente chi manca di rispetto all'Italia, questa multinazionale avrà timore di andare incontro alle ostilità".

Insomma per Conte la partita non è solo giuridica ma anche politica, l'ipotesi di una crisi di governo è reale, così come rischia di dover affrontare una cassa integrazione praticamente gigantesca per trattenere gli indiani, un costo per le casse dello Stato che al momento è incalcolabile ma che sarebbe molto difficile da coprire.

Nadia Toffa, la mamma rivela: "Parlavamo sempre della sua morte"
Leggeva e mi chiedeva cosa ne pensassi. " L'ultima notte, ho preso la forza e le ho detto: 'Vola amore mio' e lei l'ha fatto ". La madre della Toffa ha ammesso: "Sì, parlavamo sempre della sua morte , di come sarebbe stato dopo...


Sull'Ilva il governo sta facendo una figura comica, se non fossimo di fronte a una situazione tragica. "Mittal deve capire che sfilarsi dal contratto potrebbe essere un errore che pagherebbe caro".

Sul dossier dell'ex Ilva il governo valuta tutte le opzioni.

Prima di prendere una decisione, il Conte ha comunque preferito chiedere alla compagnia di pensare ad una nuova proposta nelle prossime 48 ore. Il gruppo franco-indiano, dopo aver comunicato la volontà di rescindere il contratto d'affitto ed il successivo acquisto dei rami d'azienda di Ilva Spa e controllate, adesso ha messo formalmente in moto la procedura per restituire ai commissari gli stabilimenti acquisiti nel settembre del 2018. Nella tabella allegata al documento si precisa che il provvedimento riguarda una forza lavoro che al 31 ottobre ammontava a 10.351 dipendenti. È andata anche oltre l'accordo sulle comandate e lo ha fatto col direttore delle acciaierie. Lo dichiara ad Agi il segretario nazionale Fim Cisl, Valerio D'Alò, responsabile della siderurgia.

Latest News