Rissa sfiorata e insulti tra Vauro e Brasile

La

Rissa sfiorata e insulti tra Vauro e Brasile

Subito dopo è arrivato il comunicato delle parlamentari democratiche: "Quello che è accaduto nel corso della trasmissione Dritto e Rovescio su Rete4 dove un personaggio inquietante di estrema destra si è permesso di lanciare gravi minacce agli altri ospiti, in particolare in questo caso contro una donna coraggiosa e contro i carabinieri, usufruendo di una vetrina nazionale è incredibile e inaccettabile". Va bene l'audience della tv spazzatura che si ciba di eccessi ma c'è un clima di odio e violenza che andrebbe sradicato. "Se vieni nella mia borgata...".

Non ti chiamo Brasile ma Massimiliano che è il tuo nome. Immediata la replica di Francesca Fagnani: "Ma in che film?". Nella mia borgata vigono ordine e disciplina. Fascio di merda! Vergognati! Il passaggio chiave è quello in cui Vauro dice che, incontrandosi, il Brasiliano potrà "spaccargli la faccia o parlare cenando assieme, così da puzzare di vino tutti e due". Ti scrivo perché ci siamo trovati muso a muso con rabbia e con furore.

Ex parroco morto soffocato con un crocifisso in gola, fermato un 19enne
Fatti che, per la giustizia, sono risultati prescritti, in quanto commessi in un caso nel 1962, nell'altro fra il 1976 e il 1980. In procura risultano due denunce del 2018 per violenze sessuali commesse su chierichetti fra i 10 e i 14 anni in parrocchia.


Vauro ha poi aggiunto: "Ho pensato a chi non sfoggia orridi tatuaggi ma si presenta in giacca e cravatta". Ho pensato a quanto sia comodo per loro che ci siano persone come te, per nasconderci dietro il loro cinismo, per scaricarle quando è opportuno e gridare al "pazzo fanatico" e coprire così le loro responsabilità. Sei lo spauracchio dei mostri veri, quelli che ti usano. Potrai spaccarmi la faccia, la tua stazza te lo permette. Te li faccio vedere io i film... "O potremo parlare cenando assieme, così poi puzzeremo di vino tutti e due", scrive Vauro riferendosi agli insulti del Brasiliano. "Non è una sfida, è un invito", conclude Vauro.

Latest News