Juve, Sarri: "Vediamo come sta Ronaldo tra oggi e domani"

Cristiano Ronaldo

AFP LaPresse

MILAN - "È una buona squadra, che non ha fatto una buona fase iniziale di stagione. Stanno gettando le basi, non so quanto servirà per tornare a certi livelli ma hanno un buon potenziale".

Come sta Ramsey? In quale ruolo la convince di più?

Intervenuto poco fa in conferenza stampa, l'allenatore della Juventus ha presentato il match, di seguito i passaggi più interessanti: "Il Milan è una buona squadra che nella singola partita può fare la sua figura. Oggi prova a stare insieme alla squadra e vediamo la reazione". "Gli sto chiedendo un grande sforzo, spero di riuscire a farlo riposare più avanti". Dal punto di vista tattico, nell'ultima partita abbiamo lasciato qualche spazio di troppo e abbiamo sbagliato qualche posizionamento in campo.

Contro il Milan, intanto, sembra che tocchi nuovamente a Bernardeschi nel ruolo di trequartista: "Può muoversi e spostarsi sull'esterno anche partendo da trequartista". "Non andiamo in ritiro se la partita è serale, se è pomeridiana andiamo. Comunque il ritiro è facoltativo e spesso diversi giocatori sono lo stesso in ritiro".

Carlo Conti sulla figlia di Frizzi: "Mi chiama BabboConti"
Sorridenti durante una allegra passeggiata in "famiglia", Matteo e Stella crescono insieme, come se fossero fratello e sorella. Il conduttore toscano afferma infatti: "Ci sono diverse fasi nella vita ho fatto tanto e ho deciso di rallentare un po' ".


"Il limite è che la squadra non riesce ancora a chiudere le partite - ha poi aggiunto il tecnico bianconero -. É un limite di mentalità ma una forza dal punto di vista caratteriale". "Lì ci sono personaggi di rilievo che sapranno risolvere la situazione". In questo momento non gli ho voluto confondere le idee perché è in una fase di ambientamento. Quando ne sarà padrone vedremo le soluzioni alternative per lui. "All'inizio del campionato ha giocato davanti la difesa piuttosto bene".

Sarri non giudica l'attualità delle avversarie: "L'Inter ha problemi?". Alle volte le difficoltà cementano i gruppi. Ogni problema che si innesca può avere risvolti positivi o negativi.

Tornando alla Juventus, Sarri ha anche confermato che l'unico insostituibile, al momento, è Leonardo Bonucci, atteso ex di serata: "Se pensavo che la squadra potesse fare a meno di Bonucci lo avrei fatto riposare".

Latest News