Ragusa, prende a pugni la madre e la uccide, arrestato 48enne

Uccise la madre a pugni arrestato 48enne

Ha ucciso di botte sua madre, arrestato uomo di 48 anni a Ragusa

Da qui l'intervento dei carabinieri, che fecero scattare un'indagine.

All'epoca l'uomo non venne sottoposto ad alcuna misura perche' non emersero nell'immediato degli elementi che potessero ricondurre la morte della donna alle percosse subite.

RAGUSA- Ci sono voluti più di 6 mesi per individuare il presunto omicida ma alla fine i carabinieri di Ragusa, a conclusione di un'accurata attività d'indagine, hanno sommato una serie di indizi a carico di Carmelo Chessari, 48enne, ragusano, figlio della vittima, che dovrà ora rispondere di omicidio con l'aggravante di aver agito contro sua madre. Il 21 aprile scorso la pensionata arrivò al pronto soccorso dell'ospedale 'Giovanni Paolo II' in coma con una emorragia celebrale e il volto tumefatto. A chiamare il 118 era stato proprio il figlio. Intervenivano pertanto i Carabinieri che avviavano sin da subito preliminari accertamenti per risalire alla dinamica dei fatti. Infatti le lesioni della anziana donna erano sintomatiche di un'aggressione avvenuta senza l'utilizzo di mezzi contundenti. "Effettuato un sopralluogo nell'abitazione in cui la donna viveva con il figlio - spiegano gli investigatori -, al di là di un mero disordine, non furono rilevati segni di effrazione o tracce di sangue che potessero far pensare all'intrusione di persone estranee alla famiglia". Incalzato dalle domande dei militari, infine, lo stesso confessò di aver aggredito la madre perchè rimasto chiuso in terrazzo non era riuscito a rientrare in casa perchè la madre era intenta a guardare la televisione e non aveva risposto al figlio. Tuttavia il Chessari riusciva a forzare la porta e ad entrare in casa.

La donna, come raccontato successivamente dall'arrestato, dopo essersi ripresa dall'aggressione si metteva a letto. Solo l'indomani era stata trovata dal figlio in stato di coma.

Pioli rivoluziona il Milan per fermare la Juve
E' la cultura che è diversa. "Quando faccio delle scelte cerco di ottenere un vantaggio - ha proseguito l'allenatore del Milan -". Tra l'altro vorrei che si sgombrasse il campo da un equivoco: un conto è avere il bilancio in rosso e un altro è avere debiti.


A quel punto l'anziana è stata ricoverata all'ospedale Cannizzaro di Catania dove aveva subito un delicatissimo intervento chirurgico d'urgenza, poi era stata ricoverata presso il reparto di rianimazione dell'ospedale Garibaldi Centro di Catania, dove però è morta l'11 maggio, senza aver mai ripreso coscienza.

L'uomo ha colpito l'anziana madre, ripetutamente a mani nude, fino a ridurla in condizioni critiche.

L'autopsia ha chiarito la plausibile compatibilità causale e cronologica tra il grave trauma cranico subito la sera dell'aggressione e lo stato comatoso insorto solo il giorno successivo, probabilmente a causa di una terapia antiaggregante cui era sottoposta la donna, che hanno poi determinato il decesso.

Latest News