Il Cagliari umilia la Fiorentina alla Sardegna Arena. E Nainggolan dà spettacolo

Rolando Maran

Rolando Maran

"Le domande sull'importanza di questo anno per il Cagliari e la responsabilità di onorarlo le sento dalla prima giornata di campionato".

È un momento in cui stiamo bene e la squadra ha distanze corte e questo permette di spendere poche energie. Abbiamo battuto una grande Fiorentina perché non è stato facile come sembrava vincere. Una squadra che si esprime al massimo del potenziale. Noi facciamo un certo tipo di lavoro e lo facciamo ogni settimana per migliorarci. "Credo che questo sia eloquente, io in campo non vedo nessun mal di pancia e grande partecipazione", ha concluso. Bisogna dare merito al Cagliari, c'è un entusiasmo che non si vedeva da anni. Poi più avanti vedremo. In Champion è ovvio che trovi i più bravi. "Tecnico, fantasioso, imprevedibile per gli avversari, fortemente attaccato ai colori rossoblù: il Cagliari Calcio è lieto di annunciare il rinnovo di Joao Pedro che ha firmato un nuovo contratto sino al 30 giugno 2023", si legge nel comunicato del club.

Inzaghi dimentica il Celtic: "Serve vincere, dobbiamo andare in Champions"
L'anno scorso, dopo la vittoria in finale di Coppa Italia, eravamo felici anche perché avremmo giocato in Europa League ". Giovedì se ci fosse stato avrebbe giocato credo. "Caicedo? Ancora non lo so, non siamo ancora a 36 ore dal Celtic ".


Un Maran soddisfatto quello che ha parlato ai microfoni di DAZN al termine della gara vinta contro la Fiorentina: "Nemmeno le più rosee previsioni ci vedevano lassù".

Il secondo tempo si apre con Sottil per Lirola nella Fiorentina, ma è sempre il Cagliari a dominare la scena. "Se lui migliora, migliora anche tutta la squadra e ci divertiamo".

Latest News