Louis Vuitton compra Tiffany per 16 miliardi di dollari

Lvmh comprerà Tiffany per 16,2 miliardi di dollari: l'accordo è definitivo

Lvmh si prende Tiffany per 16,2 miliardi di dollari

LVMH Moët Hennessy Louis Vuitton SE, (MIL:LVMH), ha definito l'accordo definitivo per l'acquisizione dell'altrettanto famoso gruppo americano Tiffany per 14.7 mld di €.

"L'acquisizione di Tiffany rafforzerà la posizione di LVMH nella gioielleria e negli accessori di lusso".

Infatti i consigli di amministrazione di LVMH e Tiffany hanno approvato l'accordo domenica anche se, ovviamente, l'ultima parola spetta agli azionisti di Tiffany e agli enti per la sorveglianza e l'antitrust. Le voci si rincorrevano da settimane ma ora è ufficiale. Tiffany va a rafforzare il comparto gioielli dell'universo Luis Vitton: insieme a Cartier e Bulgari, marchi già acquisiti dal gruppo, rappresenta una delle più importanti aziende leader del settore. A salvarla sono state le ultime scelte di modernizzazione del brand ma anche l'apertura di un ristorante all'interno del punto vendita storico di New York. "Abbiamo un immenso rispetto e ammirazione per Tiffany e intendiamo sviluppare questo gioiello con la stessa dedizione e impegno che abbiamo applicato a ciascuno dei marchi della nostra Maison - ha aggiunto - siamo orgogliosi di avere Tiffany al fianco dei nostri marchi iconici, garantendo che continuerà a prosperare per i secoli a venire".

De Gregori e Venditti insieme allo Stadio Olimpico
Il disco sancì l'inizio dei rispettivi percorsi artistici di due dei cantautori più apprezzati della scena musicale italiana. Tanto che, proprio per dare spazio alle nuove canzoni , la produzione ha deciso di non eliminare nessuno per questa puntata.


La trattativa è nota da ottobre, quando Lvmh aveva fatto una proposta di acquisto da 120 dollari Usa ad azione.

Gli articoli Tiffany, inoltre, presentano una differenziazione di prezzo sul mercato e uno stile riconoscibile, ormai diventato un'icona del brand, che li rendono particolarmente attrattivi.

Investire nel mercato del lusso potrebbe dimostrarsi una mossa vincente. Dopo numerosi ricambi al vertice e dopo aver visto i titoli scendere fino a 60 dollari per azione (meno della metà di quanto messo ora sul piatto da Lvmh), il colosso dei gioielli sta ritrovando lustro sotto la guida del numero uno italiano Alessandro Bogoglio, arrivato nel 2017 dopo una lunga esperienza in Bulgari e Diesel.

Latest News