Emma e la malattia, sono stata fortunata

Emma Marrone nuove confessioni sulla malattia

Emma e la malattia, sono stata fortunata

Emma Marrone, intervistata dal settimanale F, ha raccontato come sta dopo l'intervento subito qualche settimana fa. 'Real Brown' non si è abbattuta, ma è tornata sul palco più forte di prima. La cantante si racconta in esclusiva sul settimanale F in edicola mercoledì 27 e coglie l'occasione per raccontare come ha affrontato il tumore che l'ha colpita per la seconda volta (dieci anni fa si ammalò di un cancro all'utero). La 35enne si è detta fortunata (il titolo dell'album non è casuale) per come è riuscita ad affrontare il problema di salute, al quale non ha voluto dare un nome.

"Ho un gran culo, perché dopo un mese ero già a presentare il mio disco", ha detto Emma Marrone consapevole dei rischi che ha corso: "Ci sono ragazzine che hanno combattuto il triplo di me e adesso sono sottoterra!". L'operazione non mi ha incattivita: "non sono arrabbiata con la vita, al limite alla vita sono grata!".

Capo Verde, uccisa una donna italiana: fermato un connazionale
Il corpo della vittima è stato trovato dagli investigatori all'interno di un serbatoio, usato per la raccolta dell'acqua . Secondo le prime indiscrezioni, i due potrebbero aver litigato per alcuni debiti sull' affitto del Bed & Breakfast.


Inoltre la ragazza ha parlato anche del rapporto con sua madre, che durante i momenti dolorosi vissuti in seguito alla scoperta ritorno del suo male, le è sempre stata vicina ma si è sentita in colpa per la sofferenza della figlia. Ma la combatto con la voglia di vivere", ha dichiarato Emma Marrone, che ha poi aggiunto: "Non ero nuova al problema...ma quando ti succede, sei sempre impreparata. Ti chiedi: perché proprio a me? Invece di incattivirmi, credo che la malattia mi abbia reso più dolce. "Sono diventata un po' ipocondriaca, ma cerco di vivere al meglio la mia vita", ha recentemente raccontato in un'intervista rilasciata a 'Le Iene'. Forse tutti dovremmo imparare da lei e magari dovremmo cercare di apprezzare di più quello che la vita ci regala ogni giorno. L'unica cosa che mi è rimasta è una grande paura, che mi sono trascinata fino a oggi (...).

Ma anche i più grandi guerrieri devono ammettere di aver provato, anche solo per un momento, il sentimento della paura: "Quando l'ho scoperto la prima volta ero solo una ragazzina".

Latest News