Mes, Salvini: "Da Conte attentato ai danni degli italiani"

Matteo Salvini prevede un periodo molto buio per il M5S, secondo il leader della Lega il Movimento è in via di “estinzione”

La Lega si prepara alla rivoluzione, attesi nei primi sei mesi del 2020 i congressi locali

Per le altre baruffe invece non restano che i tribunali, dove il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte si appresta a trascinare il segretario della Lega Matteo Salvini, a meno che quest'ultimo non fugga come ha già fatto nella vicenda della nave Diciotti. La Lega, peraltro, era pienamente al corrente di quanto accadeva e ha condiviso i negoziati che si sono svolti nei mesi precedenti sia in Consiglio dei ministri che in Parlamento. Sospendiamo tutto. I nostri avvocati stanno studiando l'ipotesi di un esposto ai danni del governo e di Conte. Motivo della querela per calunnia sono le accuse di alto tradimento che il sedicente capitano leghista ha mosso contro il capo del Governo (e l'ex ministro Giovanni Tria) per aver firmato il trattato europeo ignorando le indicazioni del Parlamento.

Nel punto stampa dal Ghana, Conte ha parlato anche della prescrizione: "Stiamo riflettendo su un pacchetto di misure che garantiscano una ragionevole durata del processo senza dire che il processo si estingue. Non lo permetteremo mai". Testo, beninteso, che è frutto di una lunga trattativa cominciata quando a Palazzo Chigi c'era come ora Giuseppe Conte ma con alleati diversi: la Lega al posto del Pd. Nei prossimi giorni Di Maio comunicherà la posizione ufficiale dei grillini in un vertice con il Ministro delle Finanze Roberto Gualtieri e il Presidente Conte.

Juventus, Bonucci: "Con Ronaldo tutto chiarito"
"Mi sembra che ne abbiamo più di uno che sta dimostrando di essere al top". "Poteva sembrare facile ma nel calcio non c'è mai nulla di scontato".


Ancora il leader della Lega: "Prima di sottoscrivere qualunque accordo bisogna tornare in Parlamento perché il Parlamento disse che non si firma nulla. La smettano di raccontare bugie e di soffiare sulle paure degli italiani". Quella che certi avventurieri si stanno giocando per l'Italia.

Un periodo, passato anche da responsabilità di Governo, che ha congelato molte sezioni locali. "Non si può fare e noi andremo fino in fondo", promette. "Indietro non si torna", mette in chiaro Matteo Salvini davanti ai giornalisti che gli chiedono la possibilità di un ritorno di fiamma con il leader grillino, vista la sintonia sul Fondo salva Stati. "Chiediamo l'intervento di Mattarella, c'è da difendere la Costituzione e il parlamentarismo".

Latest News