Serie B - Juve Stabia e Trapani a rischio esclusione?

Serie B - Juve Stabia e Trapani a rischio esclusione?

Serie B - Juve Stabia e Trapani a rischio esclusione?

La Procura federale della Figc ha concluso infatti le indagini su quello che potrebbe diventare il "vaso di Pandora" delle proprietà multiple nei campionati professionistici, con al centro 2 società di Serie B. Trapani e Juve Stabia sono finite nel mirino del procuratore federale Pecoraro e dei procuratori aggiunti Arpini e Melaragni, così come Fabio Petroni, accusato di "avere rivestito contemporaneamente il ruolo di socio" in entrambe le società, dal 21 giugno al 9 luglio scorso.

Oggi Juve Stabia e Trapani competono nello stesso campionato e, in attesa del deferimento da parte della Procura federale (che ha comunicato la propria intenzione a procedere), non rappresentano certo l'unico caso di multiproprietà - o presunta tale - all'interno del calcio italiano. Anche in questo caso, il suo nome non spunta in prima persona, ma tramite Terravision real estate limited, che però non era in possesso di una quota maggioritaria all'interno della holding. Nel mirino dei Pm anche altri uomini del calibro di Pasquale Martinelli, Vincenzo D'Elia, Giuseppe Di Maio, Francesco Manniello e Antonio Parente, amministratori o soci della società. In relazione a quanto innanzi evidenziato ed al fine di evitare false informazioni che potrebbero mirare solo a destabilizzare l'ambiente in vista dell'inizio della stagione agonistica, sentiamo doveroso effettuare alcune precisazioni. Nel particolare si fa riferimento alla Juve Stabia ed al Trapani affermando che le due società avrebbero un unico proprietario. "Alla luce di quanto sopra esposto, d'altronde facilmente verificabile consultando i pubblici registri, la società Juve Stabia smentisce categoricamente le notizie riportate in quanto inesatte e assolutamente infondate".

Salernitana (Lotito), Bari (De Laurentiis) e Mantova (Setti) sono state infatti create ex novo dopo il fallimento della precedente società, ripartendo dai dilettanti.

Patuanelli dice che Alitalia non fallirà: lo garantisco
Ci ha pensato poi il premier Conte a dare una dritta anche sulle auto aziendali: "Anche su di esse dobbiamo fare ammenda". Alitalia "non fallirà, mi sento di poterlo garantire".


Intanto la Juve Stabia, sulla questione ha precisato.

Nelle scorse settimane la Procura Federale ha condotto indagini ascoltando numerosi tesserati. Per quanto concerne la contestazione relativa al presunto mancato deposito della documentazione attestante i requisisti di onorabilità e di solidità finanziaria, si precisa al riguardo che il socio unico Alivision ha fornito tutta la documentazione richiesta, sin dal 2 luglio c.a., dalla FIGC, comprovando la sussistenza dei requisiti di onorabilità e fornendo, altresì, le referenze bancarie conformi alla normativa di settore, come riscontrato dalla stessa FIGC che ne ha verificato la genuinità interpellando l'istituto bancario interessato. Deve anche essere evidenziato che da un rapido esame emergono esclusivamente violazioni di natura formale, quali il ritardo nell'invio di taluni documenti. La società ritiene di aver operato con la massima correttezza e nell'assoluto rispetto sia delle normative civilistiche che sportive, come già documentato ai competenti organismi federali ed all'organo di controllo della Federazione, tanto è vero che è stata regolarmente iscritta senza alcuna contestazione al campionato di serie B della corrente stagione sportiva. "La società comunque ha già dato incarico a professionisti di fiducia per tutelarsi in tutte le sedi competenti, i quali professionisti hanno richiesto tutti gli atti dell'indagine".

Latest News