TikTok : Parla dei Campi di Concentramento in Cina e viene bannata

TikTok una ragazza denuncia in un video sul make-up le violenze contro i musulmani in Cina

Feroza Aziz, la ragazza che ha aggirato la censura di Tik Tok per parlare dei lager in Cina

Il video ha totalizzato in brevissimo tempo 1,4 miloni di visualizzazioni e 500mila like, prima che Tik Tok bloccasse il suo profilo, con la giustificazione che la ragazza avrebbe parlato di terrorismo in video precedenti. La ragazza ha iniziato il video parlando con un piegaciglia in mano e fingendo una breve lezione di make-up, poi ha subito virato il discorso sui campi di concentramento dei musulmani in Cina.

L'utente del popolare social network per teenager, di proprietà di una start up cinese, usa il tutorial come scusa per aggirare la censura e parlare dei campi di concentramento. "Quello che cambia ora è che Aziz è una cittadina americana che utilizza un'app 'americana'", commenta Charlie Shim, pseudonimo dietro cui si cela il coordinatore di Greatfire.org organizzazione senza scopo di lucro che monitora lo stato dei siti Web censurati dal Great Firewall of China e aiuta gli utenti di Internet cinesi a eludere la censura e il blocco dei siti. Per prima cosa prendete un piegaciglia, mettete le ciglia nel piegaciglia e piegate. "In Cina stanno deportando i musulmani nei campi di concentramento per convertirli: chi non lo fa non torna vivo", dice la ragazza. Gli Uigiri vengono presi e chiusi nei campi ("ne esci sono se sei fortunato") e subiscono tra le più atroci violenze e torture: "Gettano musulmani innocenti nei campi, separano famiglie, li rapiscono, li obbligano a mangiare maiale, a bere, a convertirsi ad altre religioni. Questo è un altro Olocausto", ha aggiunto la giovane. Come lei stessa diceva, "diffondere consapevolezza fa miracoli".

Mes, Salvini: "Da Conte attentato ai danni degli italiani"
I nostri avvocati stanno studiando l'ipotesi di un esposto ai danni del governo e di Conte . La smettano di raccontare bugie e di soffiare sulle paure degli italiani".


Che dire unimamme? Un grande spirito di iniziativa e un grande coraggio da parte di questa 17enne! Ma Feroza Aziz non si è persa d' animo, perché il video era già diventato virale, essendo stato condiviso migliaia e migliaia di volte su altri social network.

Dopo l'esplosione del caso, l'account TikTok di Feroza è stato chiuso, ma il video della ragazza si trova ovunque in rete.

Latest News