Terrorismo, Giulio Lolli estradato in Italia dalla Libia: sta rientrando in patria

Terrorismo internazionale arrestato il latitante Lolli. Il gip'Soggetto molto pericoloso

L'incredibile storia di Giulio Lolli, il truffatore bolognese diventato terrorista in Libia

Nell'ambito della stessa organizzazione l'imprenditore avrebbe operato sino all'ottobre 2017 quale "Comandante delle forze rivoluzionarie della marina". Dalla denuncia della proprietaria di uno degli yacht acquistati da Lolli, era partita l'indagine dei carabinieri di Rimini, coordinati dal sostituto procuratore Davide Ercolani.

Secondo l'accusa, l'imprenditore italiano sarebbe stato tra i comandanti del cartello islamista denominato Majlis Shura Thuwar Benghazi, considerata una organizzazione dell'estremismo islamico. Questa mattina è stato scortato all'aeroporto di Fiumicino e da qui al carcere di Regina Coeli. "Tra i clienti di Giulio Lolli vi erano imprenditori e commercianti di altissimo livello e finanche Flavio Carboni (condannato nel marzo 2018 per la questione legata alla loggia massonica P3)". Lolli era già considerato latitante per la giustizia italiana da nove anni, indagato dal PM riminese Ercolani per associazione per delinquere, truffa, falso e appropriazione indebita nel fallimento della Rimini Yacht.

Dopo alcuni accertamenti incrociati, come emerso dalle indagini, "relativi alle iscrizioni di numerosi Motoryacht, era emerso che grazie ad una Società di San Marino, ove operava una sua testa di legno ed una serie di prestanome che figuravano come intestatari, ciascuno yacht (imbarcazioni con valore commerciale che oscillava tra i 300.000 euro ed i 6,5 milioni di euro), veniva finanziato due o addirittura tre volte, mediante contratti di leasing stipulati con società legate ad istituti bancari italiani e stranieri, per lo più sammarinesi, ai quali venivano sottoposti in sede di compravendita, documenti di conformità falsi, precedentemente estorti con la violenza ad una sua ex dipendente che disponeva di una tipografia".

Unieuro Black Friday: sconti e offerte fino al 2 dicembre
Tra gli smartwatch vi segnaliamo invece Samsung Galaxy Watch a 199,99 euro e Huawei Watch GT 2 a 199,99 euro , ma non sono soli. E non mancano offerte su fotocamere, gaming e altri prodotti.


Nel frattempo il personale dell'Arma di Rimini e della Capitaneria di Porto, recuperavano in giro per l'Italia e all'estero, yacht (Bertram, Aicon, Azimut, Galeon), autovetture (Ferrari, Lamborghini, Maserati), orologi (Cartier, Patek Philippe), vari gioielli, quadri antichi e danaro, per un valore stimabile intorno ai trecento milioni di euro. A Tunisi, dove godeva dei favori della famiglia del poi deposto presidente Ben Alì, aveva aperto una propria attività di import-export. Quella di Lolli, braccato dai carabinieri anche in Nord Africa, dove era stato individuato seguendo le mosse di un suo collaboratore che lo teneva in contatto con pizzini e altri sistemi con la madre rimasta a Forlimpopoli, è stata una latitanza da film. Erano i giorni della Rivoluzione araba nel 2011 e Lolli trovò ospitalità dell'Hotel Rixos, lo stesso dove trovarono rifugio i giornalisti occidentali.

Ma mentre era detenuto insieme con prigionieri politici, fu liberato dai ribelli ai quali si unì e con i quali, forse, combattè con un nuovo nome e una nuova religione. Fino alla cattura nel 2017 da parte delle forze speciali antiterrorismo di Al Rada.

Dopo due anni di detenzione, la sentenza dell'8 settembre 2019: ergastolo.

Latest News