Unicredit taglia 8000 posti di lavoro, la maggior parte in Italia

UniCredit piano strategico 2023 migliaia di tagli e molto altro ancora

Unicredit, annuncia taglio di 8mila dipendenti e 500 sportelli

Degli 1,4 miliardi di euro che secondo Unicredit serviranno per la cassa integrazione delle persone licenziate, 1,1 miliardi saranno destinati all'Italia. Ma il massiccio taglio dei dipendenti non arriva proprio come un fulmine a ciel sereno, infatti lo scorso luglio il quotidiano Bloomberg aveva lanciato un'indiscrezione che parlava di un piano con 10mila esuberi, che aveva subito messo in allarme tutti i sindacati di settore.

Saranno in Italia la maggior parte dei tagli del personale di Unicredit, secondo quanto riportano fonti sindacali. L'ammontare sarà di 8 miliardi: 6 miliardi in forma di dividendi nel periodo 2020-2023 e 2 miliardi in forma di buyback, riacquisti di azioni. Il target per il rapporto tra esposizioni deteriorate lorde e crediti totali lordi di gruppo è fissato sotto il 3,8% entro la fine del 2023, mentre il costo del rischio è previsto a 40 punti base nel 2023. L'utile netto per azione (eps) crescerà del 12 per cento ogni anno nel periodo 2018-2023.

Corposa distribuzione di capitale per Unicredit nei prossimi 4 anni. "Durante l'arco del piano - spiega - prevediamo di generare 16 miliardi di valore per gli investitori tramite una combinazione di dividendi, riacquisti di azioni e incremento del patrimonio tangibile".

Sarri commenta Juve-Sassuolo: "Abbiamo giocato con poca testa"
La costruzione era lenta nel primo tempo, sbagliavamo anche i movimenti con i centrocampisti. Ci abbiamo messo molto del nostro, giocando senza applicazione e con poche energie mentrali.


(Teleborsa) - "Nel nuovo piano non è prevista alcuna assunzione e Unicredit è una banca nella quale le lavoratrici e i lavoratori hanno già fatto molti sacrifici: gli 8.000 esuberi inseriti nel nuovo piano industriale si andrebbero ad aggiungere ai 26.650 posti di lavoro tagliati a partire dal 2007".

Il piano presentato dalla società, chiamato Team23, prevede un raddoppio della quota di capitale da redistribuire agli azionisti nel 2019 rispetto a quanto preventivato nel piano precedente: salirà al 40 per cento dell'utile netto tra il 2020 e il 2022, aumentando al 50 per cento nel 2023.

Latest News