Stoner ancora malato, ha sindrome da affaticamento cronico

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

Il pilota sta assumendo farmaci per tenere il problema sotto controllo ma nonostante questo ha dovuto rinunciare a due delle sue più grandi passioni: il kart e il tiro con l'arco: "Non vado sul kart da più di un anno - ha detto Stoner al conduttore Greg Rust - Non ho più l'energia. Sono una decina di mesi che non riesco nemmeno a tirare con l'arco".

Stoner, nell'ultimo podcast Rusty's Garage, ha continuato spaventando i fan: "Fondamentalmente, con questa fatica cronica non sono in grado di mantenermi in forma ed in salute". Ultimamente non ho fatto molte delle cose che mi divertono ed è un po' frustrante.

L'oggi 34enne - che aveva lasciato il Motomondiale nel 2012 - ha poi spiegato nei minimi dettagli il problema con il quale deve convivere: "Le mie costole vanno fuori asse ed, essendo collegate alle vertebre, mi provocano dolore alla schiena". Si crea pressione sui dischi, facendo fuoriuscire un po' di liquido. "Questo a sua volta mette pressione sul nervo, genera spasmi e ci vuole anche una settimana prima che le cose tornino alla normalità".

Arnault insiste per il Milan (e porterebbe Messi e Guardiola)
E l'apertura del 70enne imprenditore sarebbe già arrivata a Paul Singer , il fondatore e socio principale del fondo Elliott . Il Milan festeggia i 120 anni di storia ma ai tifosi non resta che rifugiarsi nei ricordi o nei sogni di un futuro migliore.


Assume dei farmaci e non riesce a svolgere attività fisica, una situazione complicata che ha come protagonista Casey Stoner, da qualche mese costretto a fare i conti con la sindrome da stanchezza cronica. Non abbiamo spinto o altro, ma per me è già stato abbastanza. Altrimenti devo stare fermo per una settimana, o almeno quattro o cinque giorni. "Ciò rende difficile la mia vita e quella dei miei familiari".

Stoner e Adriana si sono conosciuti nel 2003 e sposati nel 2007. Tre anni dopo il ritiro è tornato alle competizioni, annunciando la sua partecipazione alla 8 Ore di Suzuka per il team Honda.

Nel frattempo arrivò la sua decisione di rientrare in Ducati come tester d'eccezione e la sua ultima uscita in MotoGP risale al 2018, quando tornò a girare come collaudatore in sella alla Desmosedici nei test invernali in Malesia, dove seguì da vicino gli ufficiali Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo ma declinò l'offerta di fare da personal coach dello spagnolo da un anno a Borgo Panigale.

Latest News