L'Inps blocca la richiesta di risarcimento alle due orfane di femminicidio

Uccise l'ex moglie e si suicidò, l'Inps chiede oltre 100mila euro alle figlie

Uccise ex moglie e si suicidò: l'Inps chiede 124mila euro alle figlie

E dunque non dovranno più versare i 124mila euro, chiesti dall'istituto come equivalente delle spesa sostenuta per l' indennità di malattia e per l'assegno di invalidità all'uomo sopravvissuto. "Nessun recupero coattivo. Troveremo una soluzione" ha assicurato ieri il presidente dell'Inps Pasquale Tridico.

"In settimana vedrò le ministre del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, e per le Pari Opportunità e la Famiglia, Elena Bonetti, per trovare una soluzione condivisa e definitiva, ma già domani si terrà una riunione tecnica presso il Ministero del Lavoro", ha riferito il numero uno dell'Inps, "intanto nei prossimi giorni la dirigenza e l'avvocatura locale prenderanno contatto con l'avvocato della famiglia". "La lettera con la richiesta di risarcimento è un atto dovuto, ma l'Inps ha già contattato i familiari avvisandoli che non ci sarà alcun atto esecutivo" ha annunciato il presidente Pasquale Tridico.

"Il fatto che il presidente della Repubblica si sia interessato alle mie nipoti mi rassicura, finalmente, su una vicenda che non ci ha fatto dormire", ha affermato Alessio Biagi, zio delle ragazze.

Prima Scala, Fontana: ha un fascino e significato davvero unico
Milano ama Sergio Mattarella e per il secondo anno conseutivo gli riserva un applauso di affetto e stima. L'ex ministro non ha deluso le aspettative e il suo look total black ha conquistato proprio tutti.


Ci sono volute le proteste di tante "vittime collaterali", chiamiamole così, per mettere nelle casse dello Stato (realmente) i soldi del fondo per l'aiuto agli orfani di femminicidio. "Quelle due giovanissime donne hanno già pagato un prezzo altissimo".

Una "richiesta legittima, anche se immorale", aveva spiegato Francesca Galloni, avvocato della famiglia Biagi. Lo zio delle due ragazzine, in un post su Facebook firmato anche dai nonni materni, parlando di una "vicenda legale umanamente orribile", si era rivolto al Capo dello Stato Sergio Mattarella, che adesso è intervenuto. "La legge prevede che si rifaccia sulle eredi". La decisione è arrivata dopo l'intervento del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha chiamato la ministra del Lavoro Nunzia Catalfo per parlare della richiesta di risarcimento. Le due ragazzine, dopo la morte dei genitori, hanno ereditato un immobile, la cui vendita tra l'altro non copre la cifra dovuta all'Inps e "una pensione che il nonno, loro tutore, mette da parte per il loro futuro", spiega l'avvocato. "Per questo ho chiesto un incontro con Inps, sperando che, valutando la situazione, receda dalla richiesta o che si arrivi a transare una cifra inferiore, che possa essere pagata nel tempo dalle figlie di Cristina Biagi, che ricordo essere una vittima di femminicidio".

Latest News