Formigli, i renziani pubblicano le foto di casa sua. La moglie preoccupata

Formigli Odio social contro di me dopo intervista a Renzi

Renzi-Formigli, dopo il duello in tv il conduttore bersagliato sui social

Corrado Formigli, presentatore di "Piazza Pulita" in onda su La7, si è scagliato contro Italia Viva dopo che sui social sono state diffuse informazioni private sulla propria abitazione e foto della casa. Lo scorso 15 ottobre il segretario della Lega e il fondatore di Italia Viva si sono incontrati a Porta a Porta da Bruno Vespa e durante lo scontro Matteo Renzi ha detto esplicitamente che "Salvini è un avversario politico non un nemico".

Come sapete dopo l'intervista che Formigli ha fatto a Matteo Renzi la scorsa settimana vi sono stati alcuni che sui social hanno insultato Corrado e altri che si sono spinti addirittura a pubblicare le foto della sua abitazione. "Ognuno tragga le sue conclusioni".

Il Rosatellum, che lui stesso aveva voluto, non sembra più convincere molto l'ex leader dem. Matteo Renzi spiega che ora a fare richiesta di questo sistema sarebbe un'ala del partito democratico, che in questo modo spera di riuscire a fare delle alleanze. "Un messaggio inviato privatamente, dopo il quale mi sono ritrovato la questione della mia casa pubblicata da lui senza il mio consenso". Io ho molti messaggi di Renzi ma non mi sono mai permesso di pubblicarli così, senza chiedere un suo consenso.

"Renzi ha sostanzialmente pubblicato il contenuto della nostra conversazione in un post per continuare la sua battaglia politica", ha detto Formigli. "Le foto della mia casa, fatte entrando in una strada privata e violando il domicilio, la pubblicazione dei miei conti correnti, la fuga di notizie su cui nessuno indaga costituiscono per me fatti altrettanto gravi". Si mette tra parentesi che non c'è nessun rilievo penale, ma poi si va avanti in quello che appare sempre di più un atto di killeraggio. "Ognuno tragga le sue conclusioni".

Il Presepe con la Sacra Famiglia in gabbia
La foto, come già anticipato, è diventata subito virale sui social network. "Anche la Sacra Famiglia di Gesù era composta da rifugiati".


Il giornalista dichiara di aver sollecitato l'intervento di Matteo Renzi affinché queste pagine siano controllate a dovere, soprattutto ha rivelato di aver mandato un messaggio al leader politico per descrivergli i dettagli dell'accaduto, utilizzando un tono anche piuttosto concitato e definendo un atto di questo genere "una porcheria".

Ma cosa ha scatenato veramente i sostenitori di Renzi? Cerca di chiarire lo stesso Formigli, stavolta dalle colonne del Corriere della Sera: "Abbiamo intervistao Renzi sulla fondazione Open e sul prestito di 700 mila euro ricevuto dalla famiglia di Riccardo Maestrelli, finanziatore di Open, nominato nel cda di Cassa depositi e prestiti quando lui era premier".

Quindi da parte mia non può che esserci un'assoluta condanna per la pubblicazione delle foto della casa e per le frasi rivolte sui social a Corrado Formigli. Scrive il giornalista: "Tutta la mia solidarietà a Formigli per gli attacchi dei renziani sul web: poi non lamentatevi delle campagne d'odio lanciate dalla Bestia digitale di Salvini e Meloni".

L'ex presidente del Consiglio, attaccato, risponde sui social: "Chi difende le nostre idee in rete è stato massacrato per anni dalle #FakeNews". E poi ci si meraviglia se alimentando questa stortura qualcuno comincia a fare le pulci al giornalista di turno sulla sua casa, sui suoi guadagni, sui suoi 'privilegi'?

Latest News