Metformina pericolosa: AIFA ed EMA mettono in guardia pazienti diabetici

Presenza di impurità in farmaci a base di metformina lo segnalano l’Ema e l’Aifa

Trovate impurità in alcuni farmaci anti-diabete venduti fuori dalla Ue

"Tracce di un'impurezza, la N-nitrosodimetilammina (NDMA), sono state riscontrate in un ristretto numero di medicinali antidiabetici a base di metformina al di fuori dell'Unione Europea".

Ne dà notizia l'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco, che a sua volta riporta una comunicazione dell'Agenzia Europea per i Medicinali (Ema), riguardante proprio i farmaci a base di metformina. La stessa agenzia spiega che "i livelli di NDMA nei medicinali a base di metformina coinvolti al di fuori dell'UE sono molto bassi, e sembrano essere entro i limiti a cui le persone possono essere normalmente esposte da altre fonti, inclusi alcuni alimenti e l'acqua". ciò nonostante, evidenzia l'Ema, "al momento, non ci sono dati che indichino che i medicinali a base di metformina nell'Ue siano coinvolti".

In questa fase è quindi fondamentale che i pazienti continuino ad assumere il farmaco, in quanto l'interruzione del trattamento potrebbe esporli a complicanze e a gravi e duraturi problemi di salute.

CHAMPIONS, L'Inter perde 2-1 con il Barça e va in EL
Stanno facendo cose importanti in un momento non semplice, ora mancano due partite prima della sosta. Tante occasioni per i nerazzurri che però non sono stati in grado di concretizzare.


Continuare a prescrivere metformina normalmente e attendere ulteriori informazioni dalle autorità europee. È generalmente la prima linea di trattamento, e agisce riducendo la produzione di glucosio nell'organismo e ritardandone l'assorbimento intestinale. La raccomandazione va fatta anche ai medici ai quali va chiesto di non far interrompere il trattamento ai loro pazienti per non correre rischi inutili. Alcuni mesi fa la loro presenza era stata riscontrata in alcuni medicinali contenenti ranitidina, impiegati nel trattamento dell'ulcera e del reflusso gastroesofageo, e sartani, utilizzati per la cura dell'ipertensione, portando al ritiro precauzionale di lotti di questi prodotti.

Di fatto: "il rischio derivante da un non adeguato trattamento del diabete supera di gran lunga qualsiasi possibile effetto dovuto ai bassi livelli di NDMA osservati nei test. Gli operatori sanitari devono ricordare ai pazienti l'importanza di tenere sotto controllo il diabete".

Latest News