Piazza Fontana, diciotto formelle a 50 anni dalla strage

Stragi di Stato, non è mai tardi per la verità

Tra memoria e impegno, i sindacati ricordano Piazza Fontana

A perdere la vita furono Giovanni Arnoldi, commerciante di 42 anni, Giulio China, noto operatore agricolo di 57 anni, Pietro Dendena, commerciante di bestiame di 45 anni, Eugenio Corsini, rappresentante di lubrificante per macchinari agricoli, Carlo Gaiani, perito agrario di 57 anni, Calogero Galatioto di 77 anni, i pensionati Carlo Garavaglia e Paolo Gerli, Luigi Meloni, commerciante di 57 anni, Vittorio Mocchi, Gerolamo Papetti, agricoltore di Rho, aveva 78 anni, Mario Pasi, geometra di 50 anni, l'assicuratore Luigi Perego, di 74 anni, Oreste Sangalli, 49 anni, Angelo Scaglia 61, Carlo Silva, 71 anni, Attilio Valè, 52 anni.

A svelare le formelle, messe in cerchio intorno alla Fontana della Piazza, e' stato il vicesindaco di Milano Anna Scavuzzo insieme al presidente dell'Associazione familiari delle vittime, Carlo Arnoldi.

Totti: "Juve? L’obiettivo principale è la Champions, ma lo scudetto…"
Sono stato preso di mira , ero il capro espiatorio di tutto. "Io devo tutto a Ilary , lei è il mio braccio sinistro ". Se potessi rivivere un giorno già vissuto? Ricordo anche i momenti più difficili con tanto piacere.


La posa delle formelle, ha detto il vicesindaco Anna Scavuzzo presente alla cerimonia, "è un gesto che onora il ricordo di cittadini innocenti che avevano ognuno la propria storia e la propria unicità, un tributo della città al loro sacrificio". "Si tratta di un gesto di vicinanza a chi ancora soffre e monito a ricordare rivolto a tutti noi, a tenere alta la guardia, oggi come ieri e ancora più domani, contro ogni attentato alla libertà e alla democrazia". Per noi, ma soprattutto per i nostri morti, che sono stati sempre ricordati come dei numeri freddi. "Con questo lavoro, che il Comune ci ha donato, i nostri cari non potranno rivivere ma possono essere orgogliosi di noi e della città".

Il secondo al Cineteatro Metropolitano di via Nino Bixio, dove si è tenuto "Piazza Fontana: racconto di una strage", una narrazione recitata e musicata a cura de "L'Amaca" grazie a Antonio Calabrò, Damiano Sofo, Annarita Fadda e "L'Amaca Band". Dopo le parole del presidente della Camera Roberto Fico, che l'anno scorso ci chiese scusa quattro volte - ha aggiunto - riteniamo che la presenza di Mattarella sia una continuazione per la memoria, per la verità storica e chissà anche per la verità giudiziaria.

Latest News