Ritrovato quadro a Piacenza: potrebbe essere il Klimt rubato nel '97

Chiostri transennati

Ritrovato quadro a Piacenza, potrebbe essere un Klimt rubato nel 1997

Durante i lavori di ripulitura di un'edera, che copriva una parete esterna della stessa Galleria, si è scoperta un'intercapedine chiusa da uno sportello, all'interno della quale c'era un sacco, con dentro il quadro. Sono in corso ulteriori analisi per certificarne l'autenticità.

"Una grande soddisfazione, una gioia immensa, a 22 anni dalla scomparsa, il ritrovamento del "Ritratto di signora" di Gustav Klimt, l'opera più importante e prestigiosa della Galleria d'arte moderna Ricci Oddi, qualora le verifiche confermassero l'autenticità del quadro, sarebbe un bellissimo dono, uno splendido regalo di Natale non solo per la comunità piacentina, ma per l'intero movimento artistico internazionale", è stato il commento dell'assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi, che con le cautele del caso, esprime tutta la sua soddisfazione, aggiungendo "un grazie di cuore alle Forze dell'Ordine che non hanno mai interrotto le ricerche di uno dei più grandi capolavori della pittura". Secondo il direttore della Galleria, Massimo Ferrari, i timbri e la ceralacca che compaiono sul retro dell'opera sarebbero quelli originali.

"E' prematuro dire se effettivamente il dipinto ritrovato sia il 'Ritratto di Signora'". Data però l'attenzione mediatica suscitata dal clamore del furto e i provvedimenti presi dal museo che fin da subito rafforzò la sorveglianza, i malviventi non avrebbero più avuto modo di recuperarlo. Il quadro potrebbe quindi essere stato nascosto per 22 anni sul muro esterno della galleria dove era stato rubato, senza che nessuno lo trovasse e senza che nessuno che era a conoscenza del nascondiglio andasse a prenderselo. "Pensavo fossero rifiuti", ha confessato l'autore della scoperta.

Lazio, Anna Falchi promette: "La prossima foto hot? Per la Supercoppa…"
L'attrice ed ex modella Anna Falchi sta regalando ai tifosi della Lazio alcune foto 'hot' per ogni vittoria della squadra di Simone Inzaghi .


Durante le prime indagini, invece, vennero indagati i custodi della Galleria, ma la loro posizione fu ben presto archiviata dal gip per mancanza di prove. La cornice del dipinto fu trovata sui tetti dell'edificio, e ciò fece pensare che i ladri fossero fuggiti (e forse entrati) dai lucernari della galleria.

Il capolavoro fa parte di un gruppo di ritratti femminili fatti da Klimt negli ultimi anni della sua attività (tra il 1916 e il 1918), alcuni dei quali rimasti incompiuti. La genesi della tela, tuttavia, porta in sé la storia di un altro furto di un dipinto raffigurante un'altra donna con cappello, avvenuto dopo l'esposizione dell'opera a Dresda del 1912. In realtà il maestro austriaco lo aveva ritoccato trasformandolo nel quadro sparito a Piacenza nel 1997.

Latest News