Sanità, Conte lancia un piano da dieci miliardi da qui al 2023

Conte lancia Patto Salute, 10 miliardi da qui al 2023 - Salute & Benessere

Sanità, Conte lancia un piano da dieci miliardi da qui al 2023

Conte e Speranza lanciano il patto per la Salute.

"Due miliardi in più per il fondo sanitario con questa legge di bilancio sono un primo impegno e un investimento di 10 miliardi per la sanità da qui alla fine della legislatura, come annunciato dal premier, è un impegno storico".

"Da qui al 2023 mi piacerebbe un piano per la sanità da 10 miliardi".

"La nostra attenzione al comparto sanità non ha precedenti, vogliamo una tutela della salute sempre più incisivi, prestazione sempre più efficaci, lotta a tutte le diseguaglianze che si concentrano e diventano ancora più intollerabili in questo settore", sottolinea Conte. Sicuramente ci sono ancora tanti difetti che dobbiamo correggere, sprechi che dobbiamo eliminare, disuguaglianze che dobbiamo ridurre, ma abbiamo anche il dovere di ricordarci che la nostra sanità si fonda su un modello universalistico, cioè aperto a tutti, e totalmente pubblico, che va preservato, valorizzato e difeso con tutte le nostre forze. Lo dice il premier Giuseppe Conte. Per noi rafforzare questo comparto - ha aggiunto - è il massimo strumento di coesione che questo Paese possa esprimere ma è anche la cartina di tornasole per misurarne il grado di civiltà.

Mariana Aresta de Il Collegio cacciata di casa dal padre perché lesbica
Ogni volta che insultate i vostri genitori ricordatevi che io farei di tutto per avere una famiglia. Mi è stato richiesto di eliminare questa foto da parte di un mio caro molto vicino.


I risultati già raggiunti dal governo nella sanità.

I primi cento giorni non hanno dimenticato il gravoso snodo dei contratti e delle risorse per il personale sanitario: più medici, infermieri, personale con un incremento di spesa del 15% pari a 2 miliardi del FSN - fondamentali per il nostro sistema - cui si aggiunge la stabilizzazione dei precari (circa 32.000 tra medici e infermieri e 1.600 ricercatori) e contratto unico medici del Servizio Sanitario Nazionale (130.000 persone) con lo sblocco del contratto di sanità privata (100.000 persone). Sono alcuni dei risultati del lavoro fatto dal ministero della Salute, guidato da Roberto Speranza, nei primi 100 giorni del Governo Conte bis presentati oggi dal ministro insieme al premier al dicastero di via lungotevere a Ripa. Presenti anche il vice ministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, e la sottosegretaria Sandra Zampa. Ulteriori due miliardi di euro sono a disposizione dell'edilizia sanitaria per rifare vecchi ospedali e costruirne di nuovi, mentre 235 milioni di euro sono disponibili per l'acquisto di nuovi strumenti diagnostici da collocare negli studi dei medici di famiglia. "È la prima volta e non é mai successo prima che un presidente del Consiglio venisse al ministero della Salute: è un segno importante degli investimenti che il governo vuole fare sul settore salute", commenta il ministro Speranza.

Fonti: Ansa e Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev.

Latest News