Burkina Faso, 35 civili uccisi in attacco jihadisti: quasi tutte donne

Attentato Burkina Faso almeno 35 morti molte donne

Burkina Faso, 35 civili uccisi in attacco jihadista. Fra loro molte donne

Attacchi simultanei di ribelli estremisti sono stati condotti in una base militare e nella città di Arbinda, nella provincia di Soum nel nord del Paese, provocando nella vigilia di Natale la morte di 31 donne, 4 uomini e almeno 11 militari. Secondo lo Stato maggiore l'attentato è stato di "rara intensità" ed è durato "diverse ore". Tanto da portare Washington a lanciare la proposta di allargare il raggio d'azione della coalzione all'Africa Occidentale e al Sahel stesso anche se il Pentagono vorrebbe ridurre significativamente le truppe in quel continente, dove ci sono tra i 6mila e i 7mila soldati statunitensi.

Nessun gruppo ha immediatamente rivendicato la responsabilità dell'attacco, ma la violenza jihadista in Burkina Faso è imputata ai gruppi di al-Qaeda e dello Stato islamico. Frequenti attacchi nel nord e nell'est del paese hanno già sfollato più di mezzo milione di persone, secondo il rapporto delle Nazioni Unite.

Albano su Ylenia: "So come è morta, ho dovuto bere…"
Per la prima volta per il cantante Albano si è sbilanciato sulla scomparsa della giovane Ylenia e sulla sua misteriosa storia. Lo scorso 10 dicembre Romina ha dovuto dire addio all'ex suocera, mamma Jolanda che per lei è stata molto importante.


Il Burkina Faso, che confina con Mali e Niger, ha subito regolari attacchi jihadisti che hanno lasciato centinaia di morti dall'inizio del 2015, quando la violenza dei miliziani ha iniziato a diffondersi nella regione del Sahel.

Mentre i militari del Burkina Faso hanno ricevuto addestramento dall'ex colonizzatore francese e dagli Stati Uniti, finora non sono riusciti a arginare l'ondata di violenze estremiste.

Latest News