Codacons: "I saldi invernali dal 4 gennaio saranno un flop totale"

Saldi invernali 2020: quando iniziano a Napoli e in Campania

Saldi al via dal 4 gennaio

D'altronde la normativa regionale li ha praticamente liberalizzati: basta solo non pubblicizzarli prima dell'avvio ufficiale. Una diminuzione dovuta specialmente all'andamento delle vendite in occasione del Black Friday: se prima le famiglie preferivano rimandare qualche regalo di Natale o il proprio shopping al periodo dei saldi, quest'anno hanno approfittato delle promozioni del venerdì nero, con il vantaggio di avere più probabilità di aggiudicarsi il capo desiderato.

Al via il 2 gennaio la stagione dei saldi, ed è già conto alla rovescia. La spesa media per famiglia sarà di circa 208 euro, con un conseguente giro di affari ipotizzato che sfiora i 200 milioni di euro. Ma bisogna ricordare che l'E-commerce, nel settore abbigliamento, pur in crescita, pesa soltanto per il 7% del venduto complessivo, contro il 22% di libri ed elettronica. Con le associazioni dei consumatori che però si dicono certe che ci sarà un calo nelle vendite, che il Codacons non esita a definire 'flop'.

Pochi giorni all'inizio dei saldi invernali. Si calcola dunque che la maggioranza delle famiglie italiane non comprerà nulla.

È buona norma evitare di acquistare prodotti la cui etichetta non indichi, oltre alla composizione, anche le modalità di manutenzione: si eviteranno così spiacevoli incidenti nelle operazioni di lavaggio.

Leggi online Friedkin conquista Roma trattativa in chiusura
Lo stadio nuovo non c'è ancora - se ne sta occupando Mauro Baldissoni - e Pallotta ha lasciato. Roma S.p.A., AS ROMA SPV LLC fornirà adeguata informativa al Mercato nei termini di legge".


Gli sportelli Federconsumatori sono a disposizioni per ogni chiarimento o problema relativo lstagione dei saldi.

- Nel cartello per mezzo del quale vengono annunciati i saldi devono essere riportati, tra l'altro i prezzi praticati prima della vendita di liquidazione, i prezzi che si intendono praticare durante la vendita stessa e il ribasso espresso in percentuale. "Non fermatevi mai al primo negozio, ma confrontate i prezzi di più esercizi". I saldi possono non interessare necessariamente tutta la merce del negozio. La merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla "nuova". Non è tutto oro quel che luccica, ahinoi!, quindi meglio tenete gli occhi aperti!

Lo sconto inoltre deve essere espresso in percentuale e sul cartellino deve essere indicato anche il prezzo normale di vendita. Non è vero che i capi in saldo non si possono cambiare.

Latest News