Meningite, le scuole saranno aperte. Vaccini alle superiori anche lontane

Test per diagnosi meningite

Meningite: Gallera smentisce, 'nessun tampone né caccia a portatore sano'

Oltre alla vaccinazione nelle scuole le principali decisioni prese al termine del vertice riguardano l'istituzione di un bollettino giornaliero e un canale dedicato per condividere con i sindaci tutte le informazioni necessarie ad affrontare la situazione dopo i casi di sepsi da meningococco C che si sono verificati nel Basso Sebino.

"Nella riunione di questa domenica abbiamo incontrato i sindaci e abbiamo ascoltato le richieste e le preoccupazioni dei cittadini - ha spiegato l'assessore Gallera dopo il vertice -. Per questo ringrazio in modo particolare l'ordine dei medici che ha offerto totale collaborazione".

Genoa, ecco Destro in prestito secco: "Qui per salvare questo storico club"
L'ultima notizia di calciomercato dell'anno 2019 porta il nome di Mattia Destro . L'esultanza di Destro dopo il gol contro il Sassuolo.


E' stato accertato che a colpirla sia stata una sepsi meningococcica di tipo C, anche se solo nei prossimi giorni con le analisi del Politecnico di Milano d'intesa con l'Istituto Superiore di Sanità si potrà capire la forma e se sia la stessa che ha colpito gli altri tre soggetti. "Allo stesso tempo ricordo che il 5-10% della popolazione è portatore sano". Ricordiamo che la meningite si trasmette soltanto con il vapore acqueo, per esempio con gli starnuti, quindi stando a stretto contatto con una persona malata. In primo luogo verrà ampliata l'offerta vaccinale gratuita per i cittadini fino a 60 anni: "insieme alle Ats di Bergamo e Brescia e con le Aziende socio sanitarie territoriali Bergamo Est e Franciacorta verranno aperti ambulatori straordinari, oltre a quelli di Villongo e Sarnico, anche nei comuni di Predore, Credaro e Paratico, nelle sedi comunali o in luoghi che si stanno individuando in sinergia con le amministrazioni locali (ad oggi già vaccinate più di mille persone)". Non è quindi prevista la chiusura delle scuole. "Invito tutti a seguire le tempistiche e gli orari delle strutture messe a disposizione, non esiste un problema di disponibilità dei vaccini". "A tutti gli altri - ha precisato Gallera - consigliamo la vaccinazione, che offriamo anche a chi lavora in maniera permanente nel territorio" Le scuole non chiuderanno. Il 93% dei bimbi delle materne è già stato vaccinato e si è raggiunta l'immunità di gregge anche grazie a una grande azione proattiva della Regione visto che quella contro il meningococco non è una vaccinazione obbligatoria per frequentare la scuola materna. Siamo in stretto collegamento con il Ministero della Salute e con l'Istituto Superiore della Sanità che ci hanno ringraziato per il lavoro che stiamo svolgendo. "Da metà settimana andremo nelle scuole superiori e vaccineremo i ragazzi: nelle scuole della zona e dove sono presenti i giovani residenti del Basso Sebino".

"Tale indagine - spiega - non ha efficacia per contenere l'infezione; unico intervento utile per prevenire i casi è la vaccinazione di cui è in corso la campagna straordinaria". "È normale che si sia creata un pò di apprensione - ha concluso Gallera - ma non ci troviamo di fronte ad un'epidemia". Elaborato piano operativo con Ats di Bergamo e Brescia. "Confermo che non c'è nessuna caccia all'untore e che non è stato fatto nessun tampone salivare".

Latest News