Influenza 2020: tutto quello che c'è da sapere

Campania influenza killer tosse vomito e mal di testa. Da domani il picco

Influenza e polmonite, impennata dei casi nella prima settimana del 2020: “Vaccinatevi”

Ricordiamo infine che i sintomi principali dell'influenza sono mal di testa, febbre alta (sopra i 38 gradi), mal di gola, tosse, raffreddore e occlusione nasale, dolori muscolari e articolari.

I funghi contengono selenio, che stimola i globuli bianchi nella produzione di citochine ed ergotioneina, un potente antiossidante molto efficace nel fornire protezione dai radicali liberi, così come nello stimolare l'immunità. Nelle festività i contagi hanno toccato la sorprendente quota di 1 milione e seicentomila persone influenzate.

Quest'anno il picco influenzale arriva proprio ad inizio anno. Tra Capodanno e l'Epifania abbiamo registrato un incremento dei casi. Come riporta l'Ansa, il segretario della Federazione Italiana dei medici di medicina generale (Fimmg), Silvestro Scotti, ha dichiarato che, rispetto alle settimane precedenti, si è rivelato un aumento di almeno il 20% dei pazienti colpiti da virus influenzali.

L'impennata di inizio anno ha anche portato un aumento delle complicanze legate all'influenza: "Abbiamo visto soprattutto un aumento delle complicanze di tipo respiratorio e bronchiale - prosegue Scotti - con alcuni casi piu' gravi di polmonite, soprattutto nei soggetti piu' fragili come gli anziani".

Ai microfoni del free press Leggo ha parlato dei rimedi per difendersi da questa prepotente influenza fatale.

Juventus, Paratici: "Dopo Kulusevski mercato chiuso, Emre Can resta"
Nel mirino degli inglesi ci sono ben tre calciatori della Juventus , ovvero Emre Can , Adrien Rabiot e Merih Demiral . E' un giocatore importante per la Juve del futuro, siamo molto contenti di questa operazione .


Perché già tanti casi di polmonite e di bronchite? "Ma i virus sono imprevedibili e quindi una stima più precisa si potrà avere nelle prossime settimane".

"Molti degli attuali vaccini non sfruttano la proteina Na, che sta diventando un antigene sempre più importante nella ricerca dei vaccini anti-influenzale", afferma al Messaggero, Gilbert Gonzalez, ricercatore della Georgia State University.

L'influenza è una malattia infettiva debilitante, un'infezione virale delle vie respiratorie causata da virus appartenenti al genere Orthomixovirus, che provocano infezioni alle vie aeree, bocca, naso e polmoni, che non va mai sottovalutata la cui gravità dipente soprattutto dallo stato di salute dell'ammalato.

"Consiglio l'automedicazione responsabile, a casa: con la febbre ad esempio, niente antibiotici".

Latest News