Dodicenne spara alla maestra e si suicida in classe

Strage Messico

Messico, strage in una scuola: 12enne spara in classe e poi si uccide

È accaduto nella scuola privata Cervantes nella città di Torreon, nello Stato di Coahuila, in Messico. Un simile episodio era già avvenuto in Messico nel 2017, quando uno studente di 15 anni si è ucciso dopo aver sparato a quattro persone in una scuola nello stato di Nuevo León.

Il delegato regionale della Procura generale, Maurilio Ochoa, ha affermato che lo studente aveva con sé due armi, una di piccolo calibro e un'altra di maggiore calibro. Secondo quanto riferito dai media locali, anche l'insegnante sarebbe morta e altre sei persone sono rimaste ferite. Tre alunni e un altro insegnante sarebbero stati portati in ospedale per cure di emergenza.

Ultime Napoli: out Koulibaly, Meret e Mertens con la Lazio. I convocati
Fuori anche Mertens, rimasto in Belgio , e Younes che ha la febbre. "Tra i convocati il giovane portiere Antonio Daniele (classe 2002) che avrà la maglia 15".


La ricostruzione della sparatoria a scuola - Secondo una prima ricostruzione del governatore dello stato di Coahuila, Miguel Angel Riquelme, il ragazzino aveva chiesto di andare in bagno e l'insegnante, non vedendolo tornare, sarebbe andata a cercarlo. Responsabile della tragedia è un ragazzino di dodici anni che ha sparato a un'insegnante e ad alcuni compagni prima di togliersi la vita. Non è chiaro neppure cosa abbia spinto il ragazzino, descritto come un bravo alunno "con ottimi voti" che non mostrava problemi e non era né depresso né vittima di bullismo, ad agire. Le autorità locali sono alla ricerca dei genitori del giovane, che viveva con la nonna. La polizia si è recata nella scuola per avviare le indagini sull'episodio violento, avvenuto all'inizio delle attività scolastiche.

Latest News