Migranti: Sea Watch, soccorse 119 persone in tre operazioni

Sea Watch3 soccorso

Sea Watch Soccorso Sea Watch 3

La loro imbarcazione si trovava in difficoltà nella zona di ricerca e soccorso maltese, ma le autorità locali non erano intervenute. "Le persone a bordo correvano un serio rischio di ipotermia". Nel primo pomeriggio di oggi le motovedette della Guardia di Finanza di Lampedusa hanno avvistato a due miglia dall'isola un barchino, di circa 10 metri, con a bordo 97 immigrati che sono stati soccorsi dalla stessa Gdf e dalla Guardia costiera. I migranti sono stati tutti portati nel centro d'accoglienza di contrada Imbriacola dove non c'erano ospiti. "Poco prima #SeaWatch aveva documentato l'intercettazione di 2 gommoni le cui persone sono state riportate in #Libia". "Le persone sono a bordo della nostra nave e siamo in attesa delle risposte alle comunicazioni ufficiali inviate dal ponte rispetto ai soccorsi effettuati".

Neanche il tempo di tornare in mare che la nave Open Arms - salpata ieri, 9 gennaio, dal porto di Siracusa - ha soccorso al largo della Libia 44 persone.

Ricciardo mette all’asta la sua tuta per sostenere l’Australia
Oltre all'australiano, anche Hamilton si è impegnato in modo significativo nella raccolta fondi per il popolo australiano.


In serata, un altro salvataggio: "Secondo soccorso, molto complesso - ha scritto la ong su Twitter - 74 persone, donne, donne incinta, bambini e neonati, in stato di shock". Il gommone su cui si trovavano le persone in fuga dalla Libia, infatti, era già stato segnalato ieri da Alarm Phone, il servizio telefonico per migranti nel Mediterraneo: su Twitter era stato lanciato l'allarme indicando anche la presenza di diversi minori a bordo. Le autorità maltesi hanno annunciato un intervento tardivo, l'equipaggio è quindi sopraggiunto sul posto per prestare prima assistenza e attendere l'arrivo della motovedetta maltese.

Latest News