Avvio record per la Mostra "Raffaello" alle Scuderie del Quirinale

L'avvio è da record per una mostra nel nostro Paese, il che lascia ipotizzare che la rassegna-evento in programma dal 5 marzo alle Scuderie del Quirinale di Roma si pone non solo come acme delle celebrazioni per i 500 anni dalla morte del grande artista rinascimentale nel mondo, ma anche come mostra dell'anno nel nostro Paese.

Le prenotazioni, sottolineano i responsabili del museo, arrivano da ogni parte del mondo, dalla Corea al Giappone, dagli Stati Uniti e da tutti i Oaesi europei.

Parma 2020, via a celebrazioni con la mostra su cibo e pianeta
E ancora letteratura contemporanea con Stefania Auci e Gianrico Carofiglio; concerti e musica fiore all'occhiello della città. I più importanti sono: il Castello di Bardi , il Castello di Torrechiara, la Rocca di Fontanellato e la Reggia di Colorno.


Per tutto il 2020 una rosa rossa sulla tomba di Raffaello, al Pantheon, ricorderà la scomparsa, a soli 37 anni, del genio della pittura, avvenuta a Roma il 6 aprile 1520. Realizzata dalle Scuderie del Quirinale (appartenenti alla Presidenza della Repubblica e gestite dal Mibact attraverso la società in-house ALES), in collaborazione con le Gallerie degli Uffizi, la mostra è curata da Marzia Faietti e Matteo Lafranconi con il contributo di Vincenzo Farinella e Francesco Paolo Di Teodoro.

Proseguono fino a primavera molte delle mostre che hanno appassionato i romani in questi mesi, come Canova. Una super mostra in cui a essere protagoniste saranno le opere della superstar rinascimentale, con ben 50 provenienti dagli Uffizi, che comporranno la più spettacolare monografica mai dedicata a Raffaello.

Latest News