Benedetto XVI: celibato indispensabile per sacerdoti, non posso tacere

Luigi Bisignani voce dal Vaticano

Papa Francesco, il monito di Ratzinger: "Il celibato dei sacerdoti è indispensabile, non posso tacere"

Papa Ratzinger torna di nuovo sotto i riflettori e annuncia l'ultima fatica letteraria, questa volta assieme al Cardinal Robert Sarah (prefetto della Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti): "Dal profondo del nostro cuore", si chiama il libro in uscita il prossimo 15 gennaio in Francia (editore Fayard), dedicato al valore della fede e all'importanza sacrale del celibato dei preti. Proprio su questo tema Ratzinger ha chiosato: "Io credo che il celibato dei sacerdoti abbia un grande significato ed è indispensabile perché il nostro cammino verso Dio possa restare il fondamento della nostra vita". Una strada, quella proposta dal Documento finale dell'assemblea sinodale, che accoglieva le istanze dei presuli locali, ma soprattutto di parecchi esponenti delle chiese europee (tedesca in primis), desiderose di applicare le "aperture" e le "novità" anche a contesti ben lontani dalle rive del Rio delle Amazzoni. Benedetto XVI e Sarah si lamentano della confusione creata dal sinodo, che è stato più concentrato sui media che sulla realtà, e spiegano di aver deciso di intervenire per esprimere le loro preoccupazioni.

"Ci siamo incontrati, abbiamo scambiato le nostre idee e le nostre preoccupazioni", scrivono Ratzinger e Sarah, secondo le anticipazioni del libro.

Tesla presenterà un'auto elettrica con design made in China
Le consegne di Tesla nel 2019 sono salite a quota 367.500, migliorando del 50% la performance su base annua. Crescita sostenuta attesa anche in Europa.


Secondo Le Figaro, Benedetto XVI nel libro spiega che "dalla celebrazione quotidiana dell'eucaristia, che implica un servizio permanente a Dio, nacque spontaneamente l'impossibilità di un legame matrimoniale".

Il celibato per i preti è necessario, no all'ordinazione sacerdotale degli uomini sposati: è intransigente la posizione in proposito di Benedetto XVI. "Si può dire che l'astinenza sessuale, che era funzionale, si è trasformata in una astinenza ontologica". "Non possiamo proporre dei sacerdoti di seconda classe" tanto più "in una Chiesa giovane che ha più bisogne di incontrare la radicalità del Vangelo". Il cardinale respinge anche la tesi che potrebbe trattarsi di "una eccezione". E lancia un appello accorato ai confratelli cardinali, vescovi e sacerdoti: "Non dobbiamo lasciarci impressionare dalle mode".

Latest News