Torino, Mazzarri: "Contestazione? Il gioco non c’entra, ci sono altre cose"

Il Torino senza paura col Bologna dell'ex Mihajlovic Mazzarri non teme stanchezza e infortuni

Torino, Mazzarri sbotta: "Dei tifosi non parlo, Verdi porti rispetto"

"I ragazzi sanno l'impegno e l'abnegazione, il resto lo lascio ai commentatori".

Il Torino chiude una settimana quasi perfetta (colpo all'Olimpico, qualificazione ai quarti di Coppa Italia e successo contro il Bologna che avvicina l'Europa League), ma a fine partita il tecnico dei granata, Walter Mazzarri, non nasconde una certa dose di nervosismo: "Della contestazione non parlo, non c'entra nulla il calcio".

Barcellona club più ricco al mondo, Juve nella top ten
Questa la Top 20: La Juventus è la squadra più ricca d'Italia e una delle dieci più ricche d'Europa. E il gap con i blancos, secondi, è il più largo della storia con 90 milioni di scarto.


"Il Bologna è una signora squadra, complimenti a Mihajlovic - ha esordito Mazzarri - Oggi abbiamo avuto un po' di fortuna, ma ce la siamo meritata". Ma oggi, in Torino-Bologna, il giocatore ex Napoli ha giocato una buona partita, sfiorando anche il goal con un legno colpito nel primo tempo. "Io sono contento di quello che sto facendo - aggiunge l'allenatore -". In un campionato più difficile di quello dell'anno scorso, la nostra posizione ha più valore. "Perché contestano? Ci sono altre cose non giustificate dal calcio". Verdi non ha reagito bene alla sostituzione: "Deve giocare bene tutta la partita e non perdere il pallone, quando lo farà non lo toglierò". Immediata la risposta del tecnico nel post-partita: "Ha perso energie, ha cominciato a perdere palla e l'ho cambiato". Quando gioca bene non lo cambio, l'allenatore fa le scelte per la squadra. "Se la società ha visto che ha sbagliato lo multerà; se meriterà rigiocherà, altrimenti starà fuori". E poi Mazzarri si porta ancora dietro il fardello dell'uscita su Chiellini, quando etichettò il difensore bianconero come esempio di professionalità da seguire.

Latest News