Morto il nutrizionista Pietro Migliaccio, dietologo in tv

Morto il nutrizionista Pietro Migliaccio

È morto improvvisamente il nutrizionista Pietro Migliaccio

È morto a 86 anni a Roma Pietro Antonio Migliaccio, docente in Scienza dell'alimentazione e specialista in Gastroenterologia, presidente emerito della Società italiana di Scienza dell'Alimentazione, e volto noto della televisione. Il saluto sui social di Barbara Palombelli: "La scomparsa del professor Pietro Migliaccio lacia un vuoto immenso - ha scritto la conduttrice su Facebook - 50 anni di consuetudini familiari, affetto, amicizia, assistenza professionale e tanti momenti meravigliosi vissuti insieme".

Fra i massimi esperti in Italia di nutrizione e sostenitore della dieta Mediterranea, Migliaccio era contro gli eccessi delle diete estreme.

Migliaccio era nato a Catanzaro. Libero docente in scienze dell'alimentazione nonché specialista in gastroenterologia e auxologia, da tempo svolgeva nella Capitale la professione di nutrizionista e dietologo clinico. Per oltre 25 anni e' stato ricercatore dell'Istituto Nazionale della Nutrizione, attuale INRAN - Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, attuale CRA.NUT, con il quale continua a collaborare per le attivita' di Educazione Alimentare e di Ricerca.

Assume stimolante per tori ma l'effetto dura 3 giorni: operato
Dopo anni trascorsi tra uffici stampa, service editoriali e redazioni di quotidiani e settimanali, dal 2019 lavora a TPI. Una trasgressione che rischiava di costargli caro.


Autore del "Manuale di Nutrizione Umana tra presente e futuro" e di numerose pubblicazioni tra cui "L'alimentazione del bambino con patologia oncologica". Nominato all'unanimità Presidente della Società Italiana di Scienze dell'Alimentazione (S.I.S.A) il 12 marzo 2010; in qualità di Presidente della S.I.S.A. ha promosso e coordinato tutte le attività scientifiche, educative e di ricerca della Società ed attualmente riveste la carica di Presidente Onorario.

A causare la morte, come confermato dalla famiglia, un'improvvisa rottura dell'aorta. "Il professore è stato impegnato in studio fino al tardo pomeriggio di ieri (mercoledì 15 gennaio 2020, ndr)", - ha raccontato all'Ansa la moglie Maria Teresa Strumendo Migliaccio - poi verso le 19 ha accusato un dolore e ci siamo recati in clinica. Non c'è però stato nulla da fare.

Latest News