Multe Napoli, giocatori chiedono la ricusazione dell'arbitro

Insigne Milik

Napoli, mercoledì in tribunale i calciatori assistiti da Raiola andranno contro la società

Tiene ancora banco al questione multe al Napoli.

Oggi Napoli e calciatori si vedranno in Tribunale relativamente ai fatti avvenuti dopo la partita Napoli-Salisburgo dello scorso 5 novembre, famosa per l'ammunitinamento della squadra che è venuta meno alle disposizioni del club che aveva imposto il ritiro. I "Raiola boys", ovvero i calciatori seguiti dal potente agente italiano, hanno chiesto la ricusazione di Bruno Piacci, giuslavorista scelto dalla società come arbitro.

La dieta mediterranea è la migliore al mondo
Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012. La cosa importante è consumarla regolarmente.


Secondo quanto fa sapere la Gazzetta dello Sport i calciatori attraverso i propri legali hanno chiesto al tribunale di Napoli la ricusazione di Piacci. I collegi arbitrali devono essere formati per stabilire se le accuse della società sono fondate e sancire l'entità delle sanzioni. Da parte sua il club azzurro sosterrà invece che la figura professionale di Piacci non può esser ritenuta di parte.

Il Napoli, ovviamente, si oppone ma si tratta di una vera e propria guerra, quella fra giocatori e club, cominciata quel 5 novembre 2019 dopo la gara interno contro il Salisburgo ed tutt'altro che finita. La decisione è attesa al massimo entro il giorno successivo e condizionerà ovviamente la creazione dei collegi arbitrali stessi. Non si arriverà ad una definizione dei lodi arbitrali prima di marzo e c'è sempre la minaccia del presidente De Laurentiis di causa civile per danni di immagine.

Latest News