Unilever cambia la strategia per Grom e chiude 7 gelaterie

PER INGRANDIRE

PER INGRANDIRE

Il famoso marchio di gelati, fondato nel 2003 a Torino da Federico Grom e dall'enologo Guido Martinetti, prima di essere acquisito da Unilever nel 2015, sarà venduto a breve solo nei punti della grande distribuzione. L'ultimo addio è stato quello alla gelateria Grom di Udine, mentre solo pochi giorni fa era sparita l'insegna del marchio dalla storica location di Via Cernaia a Torino, lì dove era nato tutto.

Il "Gelato come una volta" di Grom si sposta dalle gelaterie agli scaffali dei supermercati.

Paolo Del Debbio intervista Matteo Salvini e Iva Zanicchi
Per molti queste elezioni potrebbero essere viste anche come un vero e proprio referendum sul leader della Lega. Al centro della puntata il voto delle elezioni regionali in Emilia Romagna fissato per il 26 gennaio.


Grom ha in ogni caso confermato le quattro chiusure del 2019 alle quali se ne sommano altre tre per il primo trimestre 2020.

Per Grom, dunque, è stata definita, spiega ancora l'azienda, "una strategia multicanale a supporto del piano di crescita del brand". Abbiamo ristrutturato alcune gelaterie in Italia e stiamo valutando una nuova apertura sul territorio. L'Italia è il primo mercato per Grom - sottolinea l'azienda - e continua a rimanere un paese strategico. "Il dato considera il brand Grom, comprensivo di tutti i paesi e tutti i canali". I lavoratori dei negozi chiusi saranno ricollocati, assicura Unilever, in altre gelaterie.

Latest News