Conte, primi due casi confermati di coronavirus in Italia

Spallanzani le condizioni dei 2 cinesi discrete e stazionarie

Coronavirus, Conte conferma: «Due casi in Italia». Sospesi i voli da e per la Cina

Tutti possiamo ammalarci. La Cina stavolta ha reagito meglio rispetto alla SARS. Altre misure di prevenzione potrebbero essere applicate nei confronti di vetture e persone con cui sono andate in contatto queste due persone. I due turisti cinesi erano in Italia da una decina di giorni. La stanza dove i due - in Italia da 8 giorni - soggiornavano nell'Hotel Palatino in via Cavour a Roma è stata sigillata. "Vogliamo che, tra un litigio e l'altro, ci dicano che stanno facendo tutto il possibile e l'impossibile".

In Italia sono stati accertati i primi due casi di coronavirus: la ha dichiarato il premier Conte che ha anche annunciato la chiusura del traffico aereo da e per la Cina. Siamo il primo Paese UE ad adottare una misura cautelativa di questo genere. Vorrei rassicurare i cittadini, abbiamo già predisposto tutte le misure precauzionali per isolare questi due casi. L'obiettivo, ha spiegato il premier, è "mettere tutte le strutture competenti a disposizione, compresa la Protezione civile". "Al momento - conclude Conte - non c'è alcun motivo per creare allarme sociale, continueremo a seguire con il massimo dispendio di energie e risorse". Come sapete eravamo già vigili, molto attenti. "Il sistema sanitario italiano è uno dei migliori del mondo - ha detto ancora il ministro - voglio ringraziare i medici e gli infermieri che anche in coordinamento con le Regioni ci consentono di assicurare la giusta sicurezza ai nostri cittadini".

Borsa: Piazza Affari paga pegno al coronavirus
Guardando ai titoli che hanno aggiornato oggi i massimi storici, spiccano le utiltiy Hera (+4,04%) e Terna (+3,06%). Piazza Affari in grande spolvero mette a segno la miglior seduta da inizio anno.


"L'insorgenza di casi di Coronavirus in Italia è un fatto abbastanza normale se pensiamo alla statistica, visto che in Europa ci sono 10 casi". La situazione è assolutamente sotto controllo. In ogni caso va sottolineato che i rischi si determinano solo in caso di contatti ravvicinati e prolungati. Il percorso seguito dai due cinesi a Roma è sotto osservazione per evitare qualunque probabilità di contagio e diffusione. In ogni caso è già stato convocato per domani mattina un consiglio dei ministri. Nel Lazio attivata sorveglianza sanitaria. Sono scattate tutte le misure previste dai protocolli sia per quanto riguarda alcune persone dell'albergo, sia riguardo gli altri componenti del gruppo di turisti.

La decisione in questione è relativa a due motivi principalmente: anzitutto non si conosce la portata di tale emergenza, e in secondo luogo c'è ovviamente tutta l'intenzione di essere preparati per fronteggiarla.

Latest News