Coronavirus, allarme in Sicilia per un turista ricoverato a Palermo

Sospetto caso di coronavirus a Palermo: è un turista cinese

Coronavirus a Palermo: un caso sospetto all'ospedale Cervello

Ulteriori analisi saranno eseguite per confermare che non si tratta del Coronavirus. "Abbiamo applicato la procedura stabilita dal ministero della Salute che prevede un primo esame che in poche ore ci consentirà di avere un quadro più chiaro" Lo dice l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, commentando le notizie di stampa su quanto accaduto a Palermo, dove è stato ricoverato un turista. Secondo Repubblica lo confermano fonti vicine all'assessorato regionale alla Salute.

Rientra l'allarme coronavirus a Palermo. Si tratta di un uomo di 30 anni circa proveniente da Shangai. Il turista cinese trasportato all'ospedale Cervello-Villa Sofia di Palermo questa mattina, con il sospetto di essere affetto dal virus di origine orientale che sta colpendo in modo intenso la Cina e i suoi abitanti, avrebbe una normale influenza di tipo B. Si è in attesa ora dei risultati definitivi del laboratorio analisi del Policlinico. "Ricordo ancora una volta - aggiunge Razza - che per ogni evenienza è attivo il numero verde 1500 del ministero della Salute". Ad allertare il numero unico di emergenza europea 112 sono stati i titolari della struttura alberghiera.

L'assessore alla Salute, rimandando proprio alle disposizioni ministeriali applicate anche in Sicilia, sottolinea che "non bisogna andare direttamente al Pronto soccorso, ma rivolgersi ai medici di famiglia o ai numeri dedicati". L'uomo con sintomi influenzali è stato portato nel reparto malattie infettive dell'ospedale Cervello per i controlli. "Mi è stato riferito - afferma il sindaco - che la macchina sanitaria si è attivata con grande professionalità seguendo i protocolli previsti per la tutela della cittadinanza e degli operatori".

Conte, primi due casi confermati di coronavirus in Italia
Il percorso seguito dai due cinesi a Roma è sotto osservazione per evitare qualunque probabilità di contagio e diffusione. Vorrei rassicurare i cittadini, abbiamo già predisposto tutte le misure precauzionali per isolare questi due casi .


Il turista era alloggiato presso l'hotel Palazzo Sitano, sito lungo corso Vittorio Emanuele, dove nelle ultime ore aveva iniziato ad accusare i sintomi di una malattia respiratoria (principalmente febbre alta e raffreddore) informando della cosa i gestori della struttura.

Le autorità sanitarie competenti a breve daranno informazioni sulla situazione "ma certamente al momento non vi sono motivi per allarmismi ingiustificati", ha aggiunto il sindaco.

Latest News