Primo decesso a Hong Kong per il coronavirus

Coronavirus balzo di contagi in Cina sono oltre 24 mila i casi accertati

Primo decesso a Hong Kong per il coronavirus

I contagi confermati sono cresciuti di 3.235 unità, superando quota 20mila (la Cina è il paese più popolato al mondo: vivono lì un miliardo e quattrocentomila persone).

Intanto nella giornata di ieri sono tornati in Italia i connazionali che si trovavano a Wuhan.

La leader di Hong Kong, Carrie Lam, ha annunciato che quasi tutti i posti di controllo ai confini di terra e di mare saranno chiusi da mezzanotte, per contrastare l'epidemia da nuovo coronavirus. Attualmente, la Farnesina è al lavoro per poterlo riportare in Italia il prima possibile, mentre sono in corso riunioni operative a vari livelli in tal senso. L'Istituto era stato temporaneamente chiuso per la presenza di una giovane cinese risultata poi negativa al test sul coronavirus dopo essere rientrata dalla Cina. L'uomo, residente a Whampoa Gardens, si era recato a Wuhan, focolaio dell'infezione, il 21 gennaio, prima di tornare a casa il 23 gennaio da Changahanan.

È la seconda vittima del coronavirus fuori dalla Cina. Lo hanno reso noto le autorità di Pechino precisando che il dato è aggiornato al 3 febbraio.

Come una madre: trama della prima puntata, stasera su Rai1
Qui incontrerà Elena , madre a sua volta di un bambino e una bambina che hanno più o meno l'età del suo defunto figlio. "Anche per rispetto a chi quel dolore lo ha vissuto davvero, come due mie amiche", queste le parole di Vanessa.


Cina, carcere per chi diffonde notizie false - I tribunali cinesi scendono in campo per "arginare" l'emergenza coronavirus. Nei giorni scorsi i collegamenti sono stati molto ridotti: al momento restano aperti solo tre varchi, i due grandi ponti verso Shenzhen e verso Macao, più l'aeroporto internazionale, ma con voli ridotti. Si tratta della Diamond Princess ormeggiata nel porto di Yokohama con 2.500 passeggeri e 1.000 membri dell'equipaggio. Intanto in Giappone è in quarantena un'intera nave da crociera, con 3700 a bordo, dopo un caso confermato di coronavirus.

"Per il momento, la linea di produzione delle berline Genesis presso lo stabilimento 5 di Ulsan è stata temporaneamente sospesa", ha detto.

L'Oms: "Non è ancora una pandemia" - L'Organizzazione mondiale della sanità ha affermato che l'epidemia di polmonite virale da coronavirus "non costituisce ancora una pandemia".

Sale a 425 il numero delle persone uccise dal coronavirus in Cina. Wuhan, epicentro dell'epidemia, è un importante centro dell'industria automobilistica cinese, dove la PSA francese e la Renault hanno installato la maggior parte dei loro stabilimenti nel paese.

Latest News