Coronavirus: 426 morti solo in Cina, prima vittima a Hong Kong

Ansa Jerome Favre | Medici di Hong Kong manifestano vicino al Queen Mary Hospital. 3 febbraio 2020

Ansa Jerome Favre | Medici di Hong Kong manifestano vicino al Queen Mary Hospital. 3 febbraio 2020

Uno viaggiatori ha contratto il coronavirus. Lo hanno confermato fonti della Farnesina. Il ragazzo ha fatto sapere di stare bene e di essere seguito nella maniera migliore dal personale medico del posto. A quanto pare il giovane non ha però il coronavirus e lo dimostrano i test effettuati su di lui. Il 17enne ha rassicurato sulle sue condizioni. Lo studente, che si è definito "sollevato" per i test che hanno dato esito negativo, ha poi aggiunto: "Aspetto solo di ritornare in Italia".

È la seconda vittima del coronavirus fuori dalla Cina.

Mentre si registra il primo morto ad Hong Kong, un 39 enne che si era ammalato a Wuhan, i primi 50 pazienti infettati dal coronavirus sono stati trasferiti nel nuovo ospedale temporaneo costruito in otto giorni dall'esercito cinese a Wuhan, la città epicentro dell'epidemia. A bordo della nave si trovano 3.711 persone, tra passeggeri e equipaggio. Uno dei passeggeri, sbarcato a Hong Kong, è risultato positivo al coronavirus. Lo ha detto il portavoce del governo giapponese Yoshihide Suga.

Monica Leoffredi attacca Diletta Leotta: il monologo a Sanremo fa discuetere
Ha pianto Miral , la figlia cui quel monologo era dedicato, e ha pianto Giovanna Civitillo, moglie del conduttore Amadeus . A una madre, una collega, a una sorella, a una vicina e anche agli uomini perbene.


Nelle ultime 24 ore il coronavirus ha causato 64 nuovi morti.

"Per il momento, la linea di produzione delle berline Genesis presso lo stabilimento 5 di Ulsan è stata temporaneamente sospesa", ha detto. Azienda e sindacati hanno concordato la chiusura progressiva degli altri quattro impianti entro venerdì, giorno in cui si fermeranno altre due strutture, a Jeonju e Asan. Lo stop resterà fino al 10-11 febbraio, sempre che la società riesca a procurarsi i pezzi necessari per la cablatura da produttori locali. Attualmente "non siamo ancora in tale situazione", ha dichiarato Sylvie Briand, direttrice del dipartimento Preparazione mondiale ai rischi infettivi dell'Oms, parlando dell'ipotesi di pandemia, termine che si riferisce ad una situazione di propagazione mondiale di una malattia. Intanto, è salito a 20.438 il numero dei contagiati dal coronavirus in Cina.

In Cina diversi tribunali stanno adottando la linea dura nei confronti di chi non aderisce alle regole in un momento di epidemia.

Latest News