Coronavirus, Spallanzani: bollettino medico n. 6 "La prognosi resta riservata"

Cronaca nazionale                  Coronavirus dimessi turisti ricoverati allo Spallanzani non sono stati contagiati

Cronaca nazionale Coronavirus dimessi turisti ricoverati allo Spallanzani non sono stati contagiati

In un comunicato ufficiale, si legge: "La coppia cinese ha avuto un aggravamento delle condizioni cliniche a causa di una infezione respiratoria, come segnalato nei casi fino ad ora riportato in letteratura". Questo il Bollettino della Direzione Sanitaria dell'Istituto Spallanzani. Entrambi sono sotto continuo monitoraggio, i parametri emodinamici sono stabili ma prosegue il supporto respiratorio tramite i macchinari.

Sono invece già stati dimessi 26 pazienti dopo il risultato negativo dei test per la ricerca del nuovo coronavirus.

Intanto, durante un intervento a Circo Massimo su Radio Capital, il direttore scientifico dell'Istituto Spallanzani di Roma, Giuseppe Ippolito, ha assicurato che "il rischio reale di trasmissione si verifica con persone sintomatiche e appena i due turisti hanno avuto i sintomi sono state seguite tutte le procedure".

Si aggravano le condizioni dei coniugi cinesi positivi al coronavirus e ricoverati allo Spallanzani.

Verona, Juric: "Due pali e occasioni, abbiamo dominato"
Sappiamo che le cose possono cambiare, questo non deve succedere. Ma ho visto ragazzi molto seri, attaccati alla squadra.


Il Coronavirus che ha colpito i due turisti cinesi in visita a Roma ha fatto sì che le condizioni di salute della coppia si aggravassero.

Primo caso di coronavirus in Belgio.

. "Le condizioni cliniche sono stazionarie". Gli altri otto belgi rimpatriati da Wuhan, epicentro del focolaio di coronavirus, sono risultati tutti negativi ai test.

Una portavoce dell'ospedale Princess Margaret ha confermato la morte di un uomo di 39 anni, le cui condizioni erano peggiorate nelle ultime ore.

Londra e Parigi: via dalla Cina.

. A bordo dell'aereo c'erano anche sei bambini, mentre la persona rimasta in Cina perché ha accusato febbre "si trova in ospedale - ha detto Verrecchia - con l'assistenza del personale dell'ambasciata italiana". "Alcune compagnie aeree sono ancora operative, ma nelle prossime settimane potrebbe essere più difficile partire". Il portavoce dell'OMS ha spiegato che prima di arrivare a una cura efficace ci vorrà molto tempo e bisognerà passare anche attraverso qualche sconfitta.

Latest News