Napoli-Lecce, Giuntoli: "Inaccettabile che l'arbitro non abbia controllato"

Napoli-Lecce, Giuntoli:

Giuntoli: “Come società non possiamo accettare che non si vada a vedere il Var”

Non è frequente che il Lecce venga chiuso in quel modo. Giusto così, per quanto fatto domenica al San Paolo. Che può arrivare dal dischetto, perché Donati sgambetta Milik a pochi passi dalla porta al termine di un'azione piuttosto confusa.

L'arbitro è il cagliaritano Antonio Giua, 31 anni, che a sorpresa ammonisce Milik per simulazione. "A Firenze il Lecce ha vinto, ma ci sono stati due episodi clamorosi in cui non ci sono stati concessi due rigori inspiegabilmente, ma soprattutto l'arbitro non ha voluto rivederli al VAR. C'è un problema di regole", la conclusione del presidente.

Fallo in aria rigore per Milik - palesemente a favore degli azzurri - ma l'arbitro Giua decide che è punizione per il Lecce e cartellino giallo per simulazione all'attaccante polacco. E dopo il 90' è il direttore sportivo Cristiano Giuntoli, scuro in volto, a presentarsi davanti alle telecamere di 'Sky Sport' per commentare la decisione arbitrale.

Morgan ha fatto una porcata, il cantante attaccato dal direttore d’orchestra
Stando alle parole di Morgan , sin dal primo momento, Bugo e la sua squadra si sono comportati in malo modo nei suoi confronti. Bugo ammette che non è facile rivivere certi momenti, anche in considerazione dell'amicizia che pensava di avere con Morgan .


"Dal campo si è visto il tocco". Quello che chiediamo, visto che c'è il VAR, è di andarla a rivedere. Questa è una cosa che non possiamo accettare. Questo non lo possiamo accettare Lui è convinto che si sia buttato. Visto che il gioco è stato fermo per qualche minuto, credo proprio che il VAR abbia richiamato l'arbitro.

Poi Giuntoli ha concluso il suo intervento sugli obiettivi del Napoli.

Latest News