Calciomercato Juve, nella cena Sarri-Agnelli-Paratici si sono fatti 4 nomi

Juventus il problema non è Maurizio Sarri centrocampo e tempo le chiavi del Gargantua bianconero

Sarri a cena con Agnelli: sul tavolo i problemi della Juventus

Sarri ha quindi incassato sia la fiducia presidenziale che quella dei giocatori ma è attesa subito una svolta, sia sul piano dei risultati che dell'armonia di gruppo (per esempio non si vedranno più lamentele di chi viene sostituito e l'allenatore deve ritrovare modo di motivare la squadra). Ma ora abbiamo fatto degli aggiustamenti, e speriamo presto di invertire il trend negativo: "non bastano due vittorie per dire che qualcosa è stato fatto, in questo campionato conta molto la continuità".

Per questo appare eccessivo e frettoloso mettere oggi in discussione Maurizio Sarri soprattutto visto che la squadra resta in testa alla classifica, approdata agli ottavi di Champions League e in semifinale di Coppa Italia. Inoltre, sembra che il tecnico non riesca a dare le giuste motivazioni ad un gruppo che rischia di avere la pancia piena dopo 8 scudetti di fila. "L'incontro con Agnelli? Questa cena si doveva fare dopo la Fiorentina ma per impegni di entrambi è stata rimandata di una settimana. Fa parte di una programmazione normale, il presidente lo vedo spesso, ogni tanto ci fermiamo a cena, lui dice per farmi conoscere i migliori ristoranti di Torino, non parla della singola partita o del singolo periodo ma nella globalità".

L'Inter vince contro Beckham in tribunale: Inter Miami costretto a cambiare nome
L'Inter è molto popolare negli Stati Uniti, avendo partecipato a numerose tournee estive e dal momento in cui le sue gare vengono trasmesse su ESPN +.


I due - ai quali si è poi aggiunto Fabio Paratici - sono usciti dal locale poco prima delle 22.30: Sarri ha ricevuto il supporto richiesto, Agnelli al contempo ha voluto esprimere tutta la vicinanza della società in un momento così delicato, da cui potrebbe dipendere l'intero esito della stagione. "In certe situazioni ci perdiamo", ha aggiunto il tecnico bianconero.

Ricci ha poi proseguito: "Sarri ha a disposizione una rosa straordinaria e non sfruttarla al massimo è davvero uno spreco". A livello di pubblico è diverso per territorialità.

Latest News