Germania, AKK rinuncia a guida Cdu: "Ci pensavo da tempo"

Germania

Immagine da YouTube

A dare l'annuncio oggi un portavoce del partito spiegando che Kramp Karrenbauer ha anche detto che lascerà la guida della Cdu.

Il problema è che in Germania la presidenza del partito più grande fa rima con la candidatura alla cancelleria.

Kramp-Karrenbauer è attualmente ministra federale della Difesa e Angela Merkel ha fatto sapere di volere che la collega di partito resti comunque responsabile di questo dicastero.

AKK era stata eletta leader della Cdu alla fine del 2018, dopo ben diciotto anni di 'regno' merkeliano, già con l'aura della candidata naturale a succedere a Merkel anche alla cancelleria. L'altro nome che circola è quello di Armin Laschet, governatore della CDU del Nord Reno-Westfalia.

Gattuso "incarta" la partita a Conte e il Napoli vince in trasferta
In fase di non possesso non interessa cosa si fa, voglio miglioramenti con il pallone. Abbiamo rialzato la testa contro un avversario di valore che lotta per lo scudetto.


Altrettanto ovviamente c'è forte tensione nella Grosse Koalition: a detta dell'ex leader della Spd, Sigmar Gabriel, "il governo è di nuovo paralizzato, non credo che tutto ciò durerà a lungo, presto ci saranno elezioni anticipate".

"Questa decisione la stavo maturando e stava crescendo dentro di me da tempo", ha commentato poi la stessa Kramp-Karrenbauer, in una conferenza stampa a Berlino, come se non fosse dunque collegata al caos della settimana scorsa in Turingia, dove il candidato dei liberali Thomas Kemmerich era stato eletto con i voti della Cdu e dell'estrema destra dell'Afd prima di essere costretto alle dimissioni.

E la rinuncia di Akk è solo l'ultima conseguenza di quel voto.

Latest News